La calibrazione dell’autofocus automatica sulle nuove Nikon D500 e Nikon D5

Le nuove Nikon D500 e Nikon D5 permettono di effettuare in pieno automatismo la calibrazione dell’autofocus per ogni ottica

L’autofocus è una vera manna dal cielo quando si hanno problemi alla vista ed in generale quando si vuole cogliere l’attimo. Ma se funziona male può compromettere intere giornate di fotografie, specialmente se si stanno utilizzando focali lunghe e con elevata apertura massima. Se il corpo macchina lo permette è bene quindi dedicare un po’ di tempo alla calibrazione dell’autofocus.

Un’operazione che può però risultare frustrante, in quanto si basa sulla sequenza di scatta-verifica-correggi-riprova. Se però si ha la fortuna di possedere la nuova reflex APS-C Nikon D500 oppure ancora meglio la nuova ammiraglia Nikon D5, allora quest’operazione diventa una passeggiata di salute.

Basta infatti mettere la fotocamera su un cavalletto oppure sopra una superficie, attivare il live view e poi premere insieme il tasto coassiale alla levetta dell’autofocus e il tasto di registrazione video per qualche secondo. Si conferma e poi la fotocamera farà tutto da sola. Ovviamente è un’operazione da ripetere per ogni ottica, ma risulta davvero semplice e idealmente a prova di errore umano.

Via | dpreview

Ti potrebbe interessare
Battery low. Vista consuma troppo?
Microsoft

Battery low. Vista consuma troppo?

Alcuni produttori di portatili, fra cui Lenovo e HP, hanno riportato alcune perplessità circa i consumi di Vista.A quanto pare gli effetti grafici di Aero si fanno pesantemente sentire in termini di durata della batteria e questo parametro è molto importante per chi usa un portatile e di conseguenza è critico per chi li vende.Questi