QR code per la pagina originale

Netflix: i genitori approfittano dello sneaking

Nonostante gli impegni quotidiani, anche i genitori non rinunciano a Netflix: mamma e papà approfittano infatti della tecnica dello sneaking.

,

Il trend del binge-watching, ovvero la possibilità di fruire della propria serie televisiva senza interruzioni fra un episodio e l’altro, ha coinvolto davvero tutti. Vi è però una categoria di spettatori che, dati i numerosi compiti quotidiani, non sempre può lanciarsi nella visione senza sosta del contenuto preferito in streaming. Si tratta dei genitori che, data la necessità di accudire i figli, si ritrovano con porzioni davvero ridotte di “me time”. Eppure nemmeno mamma e papà rinunciano a Netflix, così come svela una recente ricerca condotta su 13 Paesi europei, perché per loro vi è la comoda tecnica dello sneaking. Di che si tratta?

Non è sempre semplice coniugare le esigenze dei figli con la più che meritata necessità di riposo da parte dei genitori. Secondo una ricerca Netflix, condotta da IPSOS in 13 nazioni europee tra cui l’Italia, ben il 95% fra mamme e papà dichiara di avere pochissimo tempo a disposizione per il proprio relax. Una mancanza, quest’ultima, che ha stimolato nuove modalità creative a livello d’intrattenimento, con la nascita del fenomeno dello sneaking: approfittare delle produzioni in streaming nei ritagli di tempo, sia di nascosto dai propri figli che in vera e propria modalità multitasking.

Di tutti i genitori intervistati, il 56% dichiara di aver bisogno di almeno un’ora al giorno da dedicare completamente a se stessi. Il 71% delle mamme impiega quest’ora approfittando dello sneaking su Netflix e, con l’aiuto dei papà, il 78% lo pratica almeno una volta alla settimana. Del campione, il 75% non ritiene di sentirsi in colpa per essere sfuggiti, almeno in senso lato, ai doveri genitoriali.

Le motivazioni di questo trend sono le più disparate, sebbene prevalga l’idea di un’ora di premio personale, dopo il duro lavoro condotto durante la giornata. Lo sostiene il 47% dei genitori inglesi, il 46% dei spagnoli, mentre per il 31% dei turchi lo sneaking è anche un valido modo per migliorare se stessi e il rapporto con i figli. Non è però tutto, poiché lo sneaking permette, all’80% degli intervistati, di aggiornarsi anche sui fenomeni culturali e pop del momento, riabilitando quindi il genitore in nuove conversazioni oltre agli infiniti dibattiti su pappe, pannolini e altre necessità dei pargoli.

Per quelle mamme e quei papà che decidono di praticare lo sneaking in solitudine, le strategie sono davvero curiose: il 34% spiega ai figli di aver bisogno di più tempo in bagno, il 27% spiega di dover assentarsi per una commissione, mentre il 16% finge di essere poco in forma. Per coloro che preferiscono invece un approccio multitasking, ovvero con la visione di serie TV contemporanea all’accudimento dei figli, la visione avviene per il 39% durante le faccende domestiche, il 33% mentre cucina, il 20% smistando email di lavoro e il 19% durante l’allenamento quotidiano. Per quanto riguarda gli italiani, 4 genitori su 10 lo fanno una volta alla settimana, il 39% dei genitori almeno una volta al giorno. Lo sneaking avviene soprattutto a letto, con il 41% delle mamme e il 47% dei papà: questi ultimi ne approfittano anche aspettando i figli fuori dalla palestra (27%) o mentre fanno sport (32%). Le mamme tricolore, invece, lo scelgono durante le faccende domestiche (47%) o preparando la cena (35%). Le donne, infine, preferiscono al 70% il grande televisore di casa, mentre il 46% degli uomini opta per lo smartphone.

Immagine: Goodluz via Shutterstock