QR code per la pagina originale

Twitter, condivisione video in stile Snapchat

Twitter starebbe lavorando ad un nuovo tool in stile Snapchat che dovrebbe consentire di rendere più agevole la condivisione dei video.

,

Twitter potrebbe copiare Snapchat per rendere più semplice condividere i video. Secondo Bloomberg, infatti, il social network starebbe lavorando ad un nuovo strumento che consentirebbe agli utenti di condividere rapidamente i loro video all’interno della piattaforma. Attualmente, per caricare una foto o un video all’interno di Twitter, gli iscritti devono compiere un percorso lungo che fa perdere molto tempo. Nello specifico, è necessario aprire l’editor per l’inserimento di un nuovo messaggio e poi selezionare la foto da condividere, oppure aprire la fotocamera integrata per scattare una nuova foto o registrare un nuovo video.

Il nuovo strumento permetterà, secondo la fonte, di ridurre notevolmente questi passaggi, rendendo la condivisione dei contenuti multimediali più semplice e veloce. Il nuovo tool sarà più camera-centrico e dovrebbe assomigliare ad una funzione già presente in Snapchat che permette di aprire immediatamente la fotocamera per condividere direttamente quanto scattato o registrato. Secondo la fonte, Twitter avrebbe già pronta una demo di questa nuova funzionalità, ma il design non sarebbe ancora definitivo e non ci sarebbe un data certa per il suo debutto. Inoltre, molti elementi potrebbero essere modificati prima del lancio ufficiale. Di questo progetto si sa, quindi, molto poco e l’unica cosa chiara è che Twitter sta lavorando ad un nuovo modo di favorire la condivisione dei video.

L’obiettivo di questo progetto è ovviamente quello di attirare nuovi utenti ed incentivare la debole crescita che progressivamente sta portando fuori il social network dalla sua recente profonda crisi.

Sino ad ora, la strategia dei video di Twitter è stata incentrata prevalentemente sugli editori che trasmettono in diretta sul social network alcuni loro programmi. Questo nuovo progetto è maggiormente orientato agli utenti che potrebbero essere spinti a condividere maggiormente i filmati all’interno della piattaforma e dunque a passare più tempo all’interno del social network.

Fonte: Bloomberg • Immagine: HStocks via iStock