QR code per la pagina originale

Totem pubblicitari, no all’occhio indiscreto

Il Garante della Privacy ha ordinato che sui totem pubblicitari sia segnalata la presenza delle telecamere che monitorano il gradimento delle persone.

,

I totem pubblicitari presenti all’interno delle stazioni ferroviarie italiane dovranno informare le persone dell’eventuale presenza di una telecamera che analizza le loro reazioni alla vista delle pubblicità. Questo è quanto ha deciso di Garante della Privacy all’intero di un’istruttoria che è stata avviata con lo scopo di approfondire una serie di segnalazioni ed indagini a mezzo stampa relative ai rischi di un possibile tracciamento da remoto di tutti coloro che passavano sotto lo sguardo di queste telecamere nascoste, oggi presenti in oltre 500 totem pubblicitari.

Tuttavia, l’azienda che ha installato all’interno dei totem questo sistema che permette di analizzare l’efficacia della pubblicità attraverso le reazioni delle persone, ha negato con assoluta fermezza tutti i possibili rischi sulla privacy paventati dai giornalisti. L’azienda spiega, infatti, che la tecnologia adottata analizza in forma anonima solamente alcuni aspetti dei comportamenti delle persone, come l’espressione facciale ed alcune altre tipologie di reazioni che si manifestano alla vista della pubblicità. Le rilevazioni sono, inoltre, localizzate e non sono trasmessi in alcun modo all’esterno dati riferibili a specifiche persone.

In origine, questo sistema di analisi aveva superato la verifica del Garante della Privacy in base alla documentazione disponibile nel 2012. Tale documentazione metteva in evidenza che questo sistema non trattava in alcun modo dati personali, eliminando alla radice ogni possibile problematica sulla gestione della privacy.

Tuttavia, il Garante della Privacy, dopo aver studiato la nuova documentazione, ha rilevato che effettivamente il sistema non effettua alcun riconoscimento facciale delle persone e nemmeno effettua alcun tracciamento e che i dati sul gradimento della pubblicità sono effettivamente inviati in forma anonima ad un server centrale. Tuttavia, nonostante non siano presenti criticità, anche se solamente per alcuni secondi, questo sistema effettua comunque un trattamento di dati personali, utili all’analisi statistica dell’audience.

Proprio per questo, il Garante della Privacy ha ordinato che su ogni totem in cui è integrata una telecamera per il rilevamento del gradimento pubblicitario sia collocato un cartello che avvisi della presenza di questa telecamera. Inoltre, su questo cartello dovranno essere riportati anche gli elementi essenziali relativi al trattamento dei dati effettuato. Infine, sempre all’interno del cartello dovrà essere collocato un QR Code che possa rinviare le persone all’informativa completa presente sul sito Internet della società.

Tale società dovrà anche controllare semestralmente il buon funzionamento del sistema di rilevamento per scoprire anche eventuali tentativi di manomissione.