QR code per la pagina originale

Archos Core S, schermo 18:9 per tutti

Archos ha annunciato tre smartphone con display 18:9 e Android 7.0 Nougat: Core 55S (5,45 pollici), Core 57S (5,72 pollici) e Core 60S (6 pollici).

,

Archos Diamond Omega è il primo smartphone del produttore francese con uno schermo 17:9, ma si tratta di un dispositivo di fascia alta. I nuovi Archos Core S con display 18:9 appartengono invece alla fascia bassa e quindi offerti ad un prezzo accessibile a tutti. I tre modelli verranno presentati al Mobile World Congress 2018 di Barcellona.

I tre smartphone si differenziano principalmente per la diagonale dello schermo, fotocamere e batteria, in quanto condividono diverse specifiche. Il top di gamma Archos Core 60S possiede un display 2.5D da 6 pollici con risoluzione HD+ (1440×720 pixel) e integra un processore quad core Spreadtrum 9850, affiancato da 2 GB di RAM e 16 GB di memoria flash, espandibili con schede microSD fino a 128 GB. Per la doppia fotocamera posteriore sono stati scelti sensori da 13 e 2 megapixel, mentre quella frontale ha una risoluzione di 5 megapixel. La batteria ha una capacità di 3.000 mAh. Questo modello è l’unico con lettore di impronte digitali (sul retro).

Archos Core 57S possiede uno schermo da 5,72 pollici con risoluzione HD+ (1440×720 pixel), processore Spreadtrum SC9832A, 1 GB di RAM, 16 GB di storage e slot microSD. Le fotocamere hanno una risoluzione di 8 e 2 megapixel, mentre la batteria ha una capacità di 2.500 mAh. Archos Core 55S, infine, ha un display da 5,45 pollici (960×480 pixel), processore Spreadtrum SC9850, 1 GB di RAM, 16 GB di storage, fotocamere da 8 e 2 megapixel, batteria da 2.300 mAh. La connettività è la stessa per tutti: WiFi 802.11b/g/n, Bluetooth 4.0, GPS, LTE (150/50 Mbps) e radio FM. Presenti inoltre il jack audio da 3,5 millimetri e la porta micro USB 2.0.

Il sistema operativo è Android 7.0 Nougat. I tre smartphone saranno disponibili nel corso della primavera. I prezzi sono 89,99 euro (Core 55S), 99,99 euro (Core 57S) e 129,99 euro (Core 60S).

Fonte: Slashgear