QR code per la pagina originale

WhatsApp, una maggiore integrazione con Facebook?

Nuovi termini di servizio di WhatsApp rivelerebbero che potrebbe condividere i dati dei suoi utenti con Facebook e con tutte le compagnie di sua proprietà.

,

WhatsApp potrebbe iniziare presto a condividere i dati dei propri utenti con Facebook, e a consentire alle aziende di proprietà della sua casa madre di utilizzare queste informazioni per gli annunci pubblicitari, ma non solo. Lo si apprende dalla versione 2.18.57 beta di WhatsApp per Android, in cui file apk è stato analizzato da WABetaInfo.

Il sito Web ha pubblicato un elenco dei nuovi Termini di Servizio che rivelerebbero come WhatsApp abbia presto intenzione di condividere le informazioni personali degli utenti che utilizzano il proprio servizio con le “Facebook Companies”, ovvero le compagnie di proprietà Facebook, anche se queste informazioni non dovrebbero essere utilizzate per fornire servizi su WhatsApp. Non è chiaro cosa le compagnie avranno a disposizione nello specifico ma i Termini di Servizio sottolineano che:

nulla di quello che condividi su WhatsApp, compreso il tuo numero di telefono, verrà mostrato su Facebook o su uno qualsiasi dei Prodotti aziendali di Facebook, a meno che tu non scelga di mostrarlo.

Sono citati dei riferimenti a banner e contenuti sponsorizzati erogabili su Facebook da queste attività commerciali di sua proprietà, grazie alla condivisione delle informazioni degli utenti che WhatsApp potrebbe loro offrire a breve. Un argomento, questo, già al centro di numerose polemiche in passato e di una multa a Facebook da parte dell’UE.

Si legge inoltre che condividere i post da piattaforme di proprietà di Facebook come Instagram sarà presto più facile su WhatsApp. E, infine, i nuovi Termini di Servizio rivelano le informazioni sulle condivisioni di WhatsApp con altre società di Facebook per garantire la sicurezza degli utenti sulla piattaforma. In questa sezione, però, la società ammette che condividerà con Facebook le informazioni personali come numeri di telefono, nomi di profilo, attività commerciali con cui l’utente interagisce, dettagli del dispositivo utilizzato e contenuti/annunci sponsorizzati. Ciò consentirà loro di migliorare la sicurezza e i servizi.

Come sottolineato dalla fonte, è improbabile che questa sia un’indicazione diretta per implementare gli annunci pubblicitari in WhatsApp, ma forse cambierà qualcosa sulla relazione con le aziende acquisite da Facebook e magari saranno implementate nuove funzionalità. Chiaramente, non è pervenuto alcun commento da parte di WhatsApp e non vi è alcuna certezza che questi nuovi termini di servizio saranno effettivamente applicati. Inoltre, non è noto se le modifiche riguarderanno WhatsApp o WhatsApp Business.

Fonte: WABetaInfo • Immagine: PxHere