QR code per la pagina originale

Facebook testa i post con messaggio vocale

Facebook sta testando la possibilità di aggiornare lo status mediante voce: in India si sperimenta il post con clip audio, come confermato dal social.

,

Più intime del testo ma più facili da registrare rispetto ai video, le note vocali sono già disponibili su Messenger ma stanno anche per arrivare su Facebook. La piattaforma sta infatti testando le clip audio, al momento in India, per offrire dunque ai propri utilizzatori la possibilità di aggiornare lo stato con un messaggio vocale.

La nuova funzionalità, scoperta per la prima volta dall’utente indiano Abhishek Saxena, è stata poi confermata da un portavoce di Facebook al sito TechCrunch:

Lavoriamo sempre per aiutare le persone a condividere e a connettersi con i loro amici e familiari in modi che per loro sono autentici. Le clip vocali danno a le persone un nuovo mezzo attraverso cui esprimersi.

Accanto dunque ai classici post che oggi permettono a chi abita Facebook di pubblicare messaggi testuali, fotografie, video e altri contenuti, potrebbe arrivare presto la possibilità di aggiornare lo status con la voce, con una nuova opzione che si porrà accanto a quelle già disponibili all’interno della barra di aggiornamento di stato, dunque dove si trovano foto e video, stati d’animo, immagini animate, registrazioni, sondaggi e via dicendo.

Per accedervi, è sufficiente cliccare su “Aggiungi clip vocale“. Esattamente come in Messenger, anche su Facebook si vedrà un’onda vocale non appena si inizierà la registrazione della clip audio, ma a differenza del servizio di messaggistica istantanea pare che non vi sia alcun limite specifico (su Messenger le note vocali possono durare al massimo un minuto) e che vi sarà anche la possibilità di riascoltare la clip prima di pubblicarla e condividerla con gli altri utenti.

Speciale: Facebook

Come anticipato in apertura, Voice Clip è attualmente in fase di sperimentazione in India, Paese in cui una feature del genere ha perfettamente senso in quando vi sono centinaia di lingue locali. Con tale funzionalità, Facebook può pertanto sfruttare le possibilità della voce per consentire di condividere messaggi di stato all’interno di gruppi chiusi o di comunità che non comprendono una seconda lingua. Non è noto se sarà distribuita anche altrove, Italia inclusa, ma è lecito ipotizzare che se gli utenti indiani si dimostreranno entusiasti e ben disposti ad adottare tale funzione, potrà essere implementata globalmente.

Del resto, il colosso guidato da Mark Zuckerberg si sta dimostrando sempre più interessato alle funzionalità basate sulla voce. Peraltro, si vocifera che sia al lavoro su nuovi altoparlanti intelligenti per la casa denominati Fiona e Aloha, che pare saranno lanciati verso luglio. Ha dunque senso consentire agli utenti di utilizzare le clip vocali per ascoltare e aggiornare i messaggi di stato senza toccare il telefono.

Fonte: TechCrunch • Immagine: AntonioGuillem | iStock