QR code per la pagina originale

The Boring Company: focus sul trasporto dei pedoni

Secondo Elon Musk, l'obiettivo di The Boring Company sarà quello di realizzare una rete di tunnel dedicata principalmente al trasporto dei pedoni.

,

Quando lo scorso anno Elon Musk ha annunciato la nascita di The Boring Company, lo ha fatto indicando un obiettivo ben preciso per la nuova compagnia: creare una rete di tunnel sotterranei in cui veicoli come le automobili potessero viaggiare con velocità fino a 200 Km/h, a bordo di piattaforme gestite da un sistema centralizzato, evitando così il traffico di superficie e tutti i problemi ad esso collegati (traffico, inquinamento ecc).

Sembra che il focus del team sia ora cambiato: lo svela un intervento di Musk su Twitter, accompagnato dal breve video concept allegato di seguito. A quanto pare The Boring Company si occuperà in un primo momento del trasporto di pedoni e ciclisti, per concentrarsi sulle auto solo successivamente. L’infrastruttura sarà costituita, nelle sue intenzioni, da centinaia o addirittura migliaia di piccole stazioni sparse in tutta la città, dove salire a bordo dei moduli per poi essere portati a un livello inferiore e giungere così rapidamente a destinazione in breve tempo e in modo del tutto sicuro.

In risposta a un utente, Musk ha affermato che questi particolari mezzi saranno ad alimentazione esclusivamente elettrica e in grado di raggiungere i 240 Km/h. Los Angeles, dove la società ha già iniziato ad effettuare gli scavi, potrebbe essere la prima città a sperimentare un sistema di questo tipo. Va ricordato che The Boring Company è solo una delle iniziative messe in campo dall’imprenditore con l’obiettivo di rivoluzionare il settore della mobilità: le altre riguardano le ben note auto elettriche di Tesla già in commercio a livello globale, la partecipazione al programma Hyperloop e addirittura l’idea di impiegare razzi spaziali per viaggiare da un punto all’altro della terra in pochi minuti. Tutto questo senza dimenticare l’idea di portare l’uomo su Marte grazie all’impegno di SpaceX.

Fonte: Elon Musk su Twitter • Via: SlashGear • Immagine: Elon Musk su Twitter