QR code per la pagina originale

Sky si guarda anche in viaggio nell’Unione Europea

Dal primo aprile sarà possibile guardare in streaming i propri programmi preferiti Sky anche in viaggio nell'Unione Europea: come funziona il servizio.

,

Arriva un’importante novità per gli abbonati alla pay TV di Sky: dal mese di aprile, infatti, sarà possibile guardare i propri programmi preferiti anche in viaggio, all’interno dell’Unione Europea. È la stessa emittente a confermarlo dalle pagine del suo sito ufficiale, lanciando un’importante iniziativa per coloro che utilizzano le più diffuse applicazioni del gruppo.

Secondo quanto reso noto, i titolari di un abbonamento attivo potranno approfittare, grazie alle applicazioni per smartphone e tablet, dei principali show del gruppo, quelli relativi alle produzioni autoctone targate Sky. Il tutto tramite Sky Go, Sky Go Plus, Sky Go per clienti Sky Q, Sky Skids, Sky Sport e Sky TG 24.

Quando gli utenti si ritroveranno in viaggio all’interno dell’Unione Europea, potranno utilizzare il loro account italiano per accedere alle applicazioni, quindi senza vincoli di geoblocking in base all’IP. Per evitare un abuso del servizio, però, l’emittente ha adottato un sistema di verifica: dopo 30 giorni dal primo accesso, l’abbonato avrà altri sette giorni di tempo per confermare la natura transitoria della visione, effettuando un nuovo login dall’Italia. L’utente verrà avvisato dalla stessa Sky con un’apposita mail.

L’interessante opzione di streaming si aggiunge alla possibilità, già presente da diversi anni, di scaricare i propri contenuti favoriti direttamente sul device in uso, per sfruttare la visione offline. Il nuovo servizio dedicato all’Unione Europea sarà inoltre disponibile in un parterre ben nutrito di nazioni, tra cui Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria.

La nuova iniziativa sarà fruibile a partire dal primo aprile e riguarderà unicamente gli abbonati residenziali di Sky. È doveroso sottolineare, dati anche i diversi dubbi apparsi sui social network, come il progetto non incorpori al momento i fruitori solo online, ovvero i clienti della piattaforma di streaming Now TV.

Fonte: Sky • Immagine: iStockPhoto via Shutterstock