QR code per la pagina originale

Google Earth, Atlas Obscura: quiz sulla geografia

Partnership siglata fra il team di Google Earth e quello del portale Atlas Obscura per proporre agli utenti quiz basati sui luoghi più curiosi del pianeta.

,

Pochi giorni dopo aver celebrato la giornata della Terra, il team di Google Earth torna con una nuova iniziativa messa in campo grazie alla partnership siglata con Atlas Obscura. Per chi non ne fosse a conoscenza, si tratta di un portale che raccoglie le segnalazioni degli utenti in merito ai luoghi più curiosi e affascinanti di tutto il pianeta.

È un quiz interattivo, a risposta multipla, accessibile da browser desktop e da dispositivi mobile (è necessario affidarsi al browser Chrome). Tutto ciò che bisogna fare per mettere alla prova le proprie competenze in fatto di geografia è un click. Si viene così portati all’istante in location sparse in tutto il mondo, messi di fronte a immagini in alta definizione accompagnate da quesiti a cui rispondere per ottenere una valutazione al termine della prova. Una novità in linea con la nuova direzione intrapresa da Google Earth, che con Voyager punta molto su scoperta e conoscenza. Ecco quanto si legge sul blog ufficiale del gruppo di Mountain View.

In un quiz a risposta multipla, Atlas Obscura vi porta in alcuni dei luoghi più belli e intriganti del pianeta. Sapete dove si trova il Morning Glory Pool? O le sorgenti calde di Dallol? Scoprite quanto bene conoscete il vostro pianeta ed esplorare questi luoghi in Google Earth. Se rimanete bloccate cercate un indizio o due su Twitter.

Se il primo quiz riguarda la Terra e i suoi luoghi più affascinanti, altri ne verranno aggiunti a breve. Lo conferma bigG, anticipando che il prossimo focalizzerà l’attenzione su alcuni dei castelli e dei palazzi più suggestivi del pianeta.

I quiz sulla geografia di Google Earth e Atlas Obscura sono accessibili anche da dispositivi mobile

I quiz sulla geografia di Google Earth e Atlas Obscura sono accessibili anche da dispositivi mobile (immagine: Google).

Fonte: Google, Atlas Obscura • Via: Google • Immagine: Google