QR code per la pagina originale

Microsoft Build 2018, cosa aspettarsi

Prende il via oggi Build 2018, l'annuale appuntamento di Microsoft dedicato agli sviluppatori in cui saranno svelate molte novità su software e servizi.

,

Prende oggi il via Build 2018, l’annuale appuntamento dedicato agli sviluppatori in cui il gigante del software è solito illustrare tutte le novità sui suoi prodotti e servizi. Trattasi di una tre giorni molto importante in cui Microsoft svelerà molti di quei progetti che caratterizzeranno l’evoluzione dei suoi software nel corso dei prossimi mesi. La tre giorni si aprirà, come di consueto, con un keynote in cui sarà fatto il punto sull’evoluzione delle nuove tecnologie e sullo sviluppo dei principali prodotti della società. Seguiranno poi tante mini sessioni dedicate agli sviluppatori che focalizzeranno l’attenzione su argomenti molto specifici.

Le aspettative per l’appuntamento di Build 2018 sono moltissime. Nonostante Microsoft abbia da pochissimo iniziato il rilascio di Windows 10 April 2018 Update, è molto probabile che la società parli del futuro di Windows 10 e di quello che potrebbe arrivare in Redstone 5, il prossimo step del sistema operativo che debutterà verso fine anno. Sicuramente si parlerà anche di Mixed Reality e di tutte le novità in arrivo per convincere gli sviluppatori ad abbracciare lo sviluppo di questa tecnologia.

Microsoft sta ottenendo un grandissimo successo con i prodotti basati sul cloud ed è quindi probabile che si affronti anche questo argomento ed in particolar modo le novità che arriveranno per Azure e per tutti i prodotti dedicati alle aziende.

Possibile che si affronti anche il tema dell’evoluzione di Cortana e della sua integrazione su hardware di terze parti. Non dovrebbe nemmeno mancare il tema dello sviluppo delle applicazioni web universali e di quelle progressive ed è molto probabile che si affronti anche il tema di Office 2019.

Molto difficile, invece, che Microsoft presenti nuovo hardware. Le probabilità che la società annunci un nuovo Surface sono quasi zero ma potrebbe comunque svelare qualche prototipo di dispositivi per la Mixed Reality.

Immagine: WalkingCat