QR code per la pagina originale

Build 2018, le novità per il Fluent Design

A Build 2018, Microsoft ha illustrato alcune delle principali novità in materia di Fluent Design che arriveranno nel corso del 2018.

,

Nella seconda giornata di Build 2018, l’annuale conferenza per gli sviluppatori di Microsoft, si è tenuta una sessione tecnica dedicata all’evoluzione del Fluent Design all’interno di Windows 10. Il gigante del software ha condiviso alcune novità stilistiche che arriveranno nel corso dei prossimi mesi all’interno del suo sistema operativo. Contestualmente, la casa di Redmond ha illustrato anche le novità del Fluent Design che sono arrivate a tutti all’interno di Windows 10 April 2018 Update. La prima novità che Microsoft ha condiviso è quella che identifica come “command bar flyout”, sostanzialmente una sorta di menu flottante.

Questa novità permetterà agli utenti di poter disporre degli strumenti direttamente nell’area di lavoro e non nella parte superiore dello schermo, liberando, così, spazio prezioso. Un accorgimento necessario per rendere il Fluent Design ancora più universale visto che trattasi di un sistema di progettazione che può essere utilizzato non solo sui computer ma anche sugli smartphone e sui visori per la Mixed Reality come gli Hololens. La prima app che sfrutterà questa novità sarà OneNote. La seconda novità riguarda la profondità e le ombreggiature che permetteranno di dare un maggiore senso 3D alle app. Microsoft sta inoltre lavorando a nuove tavolozze di colori per gestire i colori all’interno delle app.

Build 2018, le novità per il Fluent Design

Build 2018, le novità per il Fluent Design (immagine: Neowin).

Oltre a quanto già descritto, il gigante del software sta anche lavorando a una nuova funzionalità di Acryllic che permetterà di aggiungere un livello di trasparenza a diversi menu a comparsa. Microsoft, inoltre, non vuole che gli sviluppatori facciano troppo affidamento sul tasto “indietro”. Ma la vera novità sarà la possibilità per le app universali di potersi adattare automaticamente al tipo di input utilizzato. In altri termini, se si starà utilizzando il touch, le app si adatteranno per essere utilizzate più comodamente con le dita. Nel caso di utilizzo di mouse e tastiera, le app universali sia adatteranno per essere utilizzate con questi strumenti di input.

Build 2018, le novità per il Fluent Design

Build 2018, le novità per il Fluent Design (immagine: Neowin).

Microsoft ha messo quindi moltissima carne sul fuoco per quanto riguarda lo stile di progettazione dell’interfaccia di Windows 10 e delle sue app. Novità che piano piano saranno implementate nelle app e sicuramente all’interno di Windows 10 Redstone 5 che vedrà la luce il prossimo autunno.

Fonte: Neowin • Immagine: Microsoft