QR code per la pagina originale

Smartphone in Europa: boom di Huawei e Xiaomi

Canalys rivela che in Europa si sta verificando un declino delle vendite degli smartphone. Samsung e Apple leader, stupiscono Huawei e soprattutto Xiaomi.

,

Il mercato europeo degli smartphone sta registrando un calo senza precedenti ma, mentre le spedizioni complessive sono diminuite del 6,3% tra gennaio e marzo, i brand cinesi quali Huawei e Xiaomi hanno visto una crescita importante. Sorprende Nokia, appena rientrata nel mondo mobile con HMD Global ma già salita nella top 5 della classifica, mentre il device più gettonato è iPhone X. Lo riferiscono i nuovi dati diramati da Canalys.

Le spedizioni complessive sono diminuite del 6,3% durante il primo trimestre del 2018, con i mercati britannico, francese e tedesco in calo rispettivamente del 29,6%, 23,2% e 16,7%. L’intera parte occidentale del Vecchio Continente è calata del 13,9% contando “solo” 30,1 milioni di spedizioni totali di smartphone. A tentare di risollevare le sorti di tale segmento di mercato è l’Europa centrale e orientale, con un aumento del 12,3% a un totale di 15,9 spedizioni. In totale, le consegne europee tra gennaio e marzo si sono attestate a 46 milioni di pezzi.

La leader in Europa rimane Samsung, che ha ottenuto un terzo del mercato complessivo consegnando 15 milioni di smartphone ma spedendo il 14% in meno rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Subito dietro all’azienda sudcoreana c’è ancora Apple, che mantiene il secondo posto della classifica europea con 10,2 milioni di unità e un market share del 22,2%, sebbene le sue vendite siano diminuite del 5,1%, riporta Canalys. Il motivo principale dietro ai rallentamenti delle due aziende leader è che Huawei e Xiaomi hanno spinto di più, proponendo ai consumatori telefoni di qualità a prezzi più accessibili dei concorrenti.

Huawei, il terzo più grande produttore nel mercato europeo, ha visto la sua quota di mercato salire al 16,1 percento nel trimestre, mentre Xiaomi ha raggiunto un vero boom piazzandosi al quarto posto della classifica, con 2,4 milioni di smartphone consegnati durante il trimestre. La crescita registrata è impressionante, di oltre dieci volte rispetto a quanto fatto nel primo trimestre dell’anno scorso (+999%). Adesso, Xiaomi detiene il 5,3% del mercato. Stupisce il brand Nokia, da poco rientrato nel segmento smartphone, che ha spedito 1,6 milioni di unità raggiungendo così subito il quinto posto della classifica.

Questa è una nuova era per gli smartphone in Europa. I pochi mercati di crescita rimanenti non sono sufficienti a compensare quelli saturi, stiamo passando da un’era di crescita a un’era ciclica, che presenta una nuova sfida per gli operatori storici e ci aspettiamo che diversi marchi minori lascino il mercato nei prossimi anni anni.

Secondo Canalys, i marchi premium stanno affrontando una doppia sfida: le persone mantengono oggi i loro telefoni più a lungo e si accontentano dei marchi più economici, ritenendo che la maggior parte degli smartphone di oggi sia piuttosto simile. Questo perché:

Le funzionalità degli smartphone di punta sono state sempre più commercializzate dai marchi budget, che stanno portando queste specifiche al mercato di fascia media. Attori come Honor, Wiko e Xiaomi sono stati determinanti nel guidare la crescita di specifiche come fotocamere doppie e triple, che sono cresciute di oltre il 150% rispetto all’anno precedente. Anche gli schermi per smartphone hanno continuato ad aumentare di dimensioni, con le spedizioni di smartphone con schermi superiori ai 5,5 pollici in crescita di oltre il 50%.

Fonte: Canalys • Immagine: Geber86 via iStock