QR code per la pagina originale

Apple diventerà anche un’etichetta discografica?

Apple potrebbe diventare un'etichetta discografica, con la produzione diretta degli artisti di Apple Music: ecco le indiscrezioni apparse sulla stampa.

,

Apple potrebbe presto diventare un’etichetta discografica, almeno in senso lato. Secondo quanto riferito da Music Business Worldwide, infatti, il gruppo di Cupertino starebbe pensando di creare una divisione publishing per Apple Music, diretta da Elena Segal, precedente direttore legale di iTunes International. L’obiettivo pare sia la produzione di album in proprio, con gli artisti con cui il gruppo californiano ha stretto precise esclusive.

La divisione editoriale di Apple Music, a quanto pare già ben strutturata sia sul fronte delle operazioni che delle pubbliche relazioni, lavorerà tra la sede di Cupertino e Londra, con l’obiettivo di scovare e produrre nuovi talenti in campo musicale, in particolare cantautori. Apple potrebbe quindi occuparsi della produzione di album e singoli, senza passare per le etichette e la distribuzione classica, da diffondere poi tramite il proprio servizio di streaming e la digital delivery di iTunes Store.

Sempre secondo la testata statunitense, l’iniziativa sarebbe stata voluta da Oliver Schusser, il quale ha assunto la guida di Apple Music lo scorso aprile:

Oliver è ben consapevole come la scoperta degli artisti più importanti oggi avvenga soprattutto sul versante editoriale del settore.

La pubblicazione di singoli e album senza la necessità di terze parti, però, non interromperà i rapporti ottimi che Apple intrattiene con le principali major di distribuzione, né con le etichette indipendenti. Allo stesso tempo, la piattaforma di streaming è riuscita negli ultimi anni a stringere interazioni molto proficue con gli artisti, basti pensare alle note collaborazioni con Taylor Swift e Drake, di conseguenza può sfruttare sapientemente questo know-how per inserirsi in questo mercato. Al momento, non è noto quando le operazioni entreranno effettivamente nel vivo, né i primi artisti che il gruppo californiano inizierà a produrre in modo autonomo. Non si esclude, tuttavia, che le prime indicazioni possano giungere nel corso della WWDC 2018 di giugno, un appuntamento ormai davvero imminente.