QR code per la pagina originale

Sostituzione tastiere MacBook: ecco nuovi dettagli

Emergono nuovi dettagli sul piano di sostituzione delle tastiere per MacBook e MacBook Pro: MacRumors ha raccolto la documentazione interna di Apple.

,

Giungono nuovi dettagli sul piano, annunciato da Apple pochi giorni fa, pensato per la sostituzione oppure la riparazione gratuita delle tastiere di vari MacBook e MacBook Pro. Grazie ad alcuni documenti raccolti da MacRumors, e consegnati dal gruppo di Cupertino al personale dei propri centri specializzati, è infatti possibile conoscere quali saranno le casistiche che Apple prenderà in considerazione per un intervento privo di costi.

Come già noto, alcuni MacBook e MacBook Pro prodotti a partire dal 2015 hanno incontrato problematiche varie con la tastiera, probabilmente dovute al nuovo meccanismo “a farfalla” dei tasti. Diversi utenti hanno lamentato il blocco dei pulsanti nella scocca, altri il distacco dal loro alloggiamento, altri ancora l’impossibilità di digitare specifiche lettere o l’apparizione di più caratteri rispetto a quanto voluto. Un fatto che ha portato, almeno negli Stati Uniti, all’apertura di due class action nei confronti di Cupertino.

Secondo quanto reso noto da MacRumors, queste sono le condizioni che Apple prenderà in considerazione non solo per decidere se l’intervento debba essere offerto gratuitamente, ma anche per comprendere quale tipo di riparazione scegliere:

  • in caso Apple dovesse rivelare il contatto del MacBook con dei liquidi, la riparazione non sarà gratuita;
  • se la problematica riguarda un unico tasto, indipendentemente sia bloccato oppure mancante, verrà sostituito il singolo pulsante a seguito di un’accurata pulizia del suo alloggiamento;
  • se il malfunzionamento comprende più tasti, oppure se la precedente sostituzione non ha sortito alcun effetto, l’intero piano tastiera verrà sostituito;
  • in alcuni casi il piano di riparazione e sostituzione potrà essere ripetuto nel tempo, ad esempio in caso di riapparizione degli intoppi segnalati.

Sebbene alcuni Apple Store siano attrezzati per una sostituzione in loco, quest’ultima possibile nell’arco di poche ore, nella maggior parte delle richieste il MacBook dovrà essere consegnato agli addetti di Cupertino per l’inoltro presso un centro specializzato. L’intera operazione dovrebbe richiedere all’incirca una settimana per poter essere completata. Infine, sebbene diversi esperti abbiano riportato alcune diversità tra le tastiere dei MacBook Pro del 2016 da quelle invece prodotte l’anno successivo, per Apple pare che le due siano funzionalmente equivalenti.

Fonte: MacRumors • Immagine: Unsplash