QR code per la pagina originale

Iliad, arriva l’opzione di sblocco dei dati

Iliad ha introdotto la possibilità di poter bloccare o sbloccare il traffico dati oltre la soglia dei 30 GB prevista dal piano tariffario.

,

Iliad ha introdotto un’altra funzionalità molto interessante all’interno dell’Area Personale dei suoi utenti, dimostrando ancora una volta di tenere in considerazione i consigli dei suoi clienti. Trattasi della possibilità di poter bloccare e sbloccare la navigazione Internet superata la soglia dei 30 GB del piano tariffario. In questo modo i clienti dell’operatore potranno scegliere liberamente cosa fare in caso di sforamento del traffico dati a disposizione visto che è possibile continuare a navigare pagando quanto previsto dal piano di base (90 centesimi ogni 100 MB).

Impostare questa nuova funzionalità è davvero molto semplice. I clienti di Iliad dovranno recarsi all’interno della loro Area Personale utilizzando le credenziali d’accesso ottenute in fase di registrazione e poi entrare nel menu “Le mie opzioni” dove potranno trovare questa nuova voce da configurare. Ma le novità per l’operatore francese non si esauriscono qui. Sempre all’interno del menu “Le mie opzioni”, i clienti di Iliad potranno trovare un’altra nuova voce da configurare. Trattasi della possibilità di poter bloccare/sbloccare il traffico dati in roaming in Europa o nel resto del mondo oltre i 50 euro. Una funzionalità, anche in questo caso, pensata per evitare emorragie finanziarie ai suoi clienti.

Iliad, arriva l'opzione di sblocco dei dati

Iliad, arriva l’opzione di sblocco dei dati

Trattasi di due novità molto importanti che mostrano come Iliad voglia davvero essere un operatore che ascolta i suoi clienti puntando all’obiettivo della massima trasparenza e chiarezza tariffaria per evitare, così, ogni sorta di sorprese.

In futuro potrebbero arrivare sicuramente ulteriori nuove funzionalità che i clienti dell’operatore potranno gestire dalla loro Area Personale. All’appello manca ancora l’app ufficiale di Iliad ma sembra che per quella ci sarà da attendere ancora un po’ visto che l’operatore francese punta molto sul suo sito ufficiale.

Fonte: UiversoFree • Immagine: mavo via Shutterstock