QR code per la pagina originale

AGCOM, nuove regole contro i servizi indesiderati

AGCOM ha concluso con successo la sperimentazione del nuovo regolamento nato per evitare l'attivazione indesiderata dei servizi premium.

,

AGCOM ha concluso la fase di sperimentazione e si appresta a varare nuove norme che avranno il compito di evitare l’attivazione indesiderata dei servizi premium, quelli, cioè, che molti utenti si vedevano improvvisamente attivare, spesso a costi molto alti, senza averli effettivamente mai richiesti. L’Autorità si è detta molto soddisfatta dei risultati della sperimentazione condotta negli ultimi mesi ed iniziata lo scorso novembre 2017. AGCOM, infatti, ha evidenziato come in questo lasso di tempo, a fronte di un’attivazione di ben 26 milioni di servizi, siano arrivati solamente 200 reclami che lamentavano attivazioni di servizi non richiesti.

Trattasi del chiaro segnale che la sperimentazione del nuovo regolamento ha avuto esito positivo. Vista l’efficacia del nuovo regolamento, agli operatori l’Autorità chiederà di aggiornare l’attuale Codice di condotta per l’offerta dei Servizi Premium al fine di farvi confluire tutte le misure discusse e concordate nel corso della sperimentazione, comprese anche quelle riguardanti una procedura unificata di rimborso. Il nuovo sistema di gestione prevede alcune novità molto importanti. Innanzitutto, arriva il controllo totale da parte degli operatori delle pagine di attivazione dei servizi, oltre all’introduzione di un numero unico gratuito di Customer Care grazie al quale l’utente può rapidamente conoscere i servizi premium attivi e, eventualmente, disattivarli. Viene anche istituito un Comitato di garanzia a cui partecipano anche i rappresentanti delle associazioni dei consumatori e che avrà il compito di monitorare l’efficacia delle misure e provvede a mantenerle aggiornate.

Durante la fase di sperimentazione il Comitato di garanzia è intervenuto per perfezionare le funzioni e la grafica delle pagine di attivazione dei servizi premium nonché per migliorare la trasparenza degli SMS inviati per informare l’utente dell’attivazione, dell’addebito del costo del servizio e delle modalità di disattivazione. La sperimentazione ha evidenziato anche l’alto gradimento per l’operato del Call Center Unico che ha semplificato le modalità di disattivazione di ogni tipologia di servizio premium.

Grazie al successo di questo nuovo regolamento, AGCOM è riuscito a creare nuovi strumenti efficaci per salvaguardare i consumatori dall’oppressione dei servizi premium che spesso venivano attivati senza un reale consenso.