QR code per la pagina originale

Doug Field lascia Tesla e torna in Apple

Doug Field lascia la divisione Model 3 di Tesla e torna in Apple: l'ingegnere pare sia stato aggiunto al team di Project Titan, per le auto autonome.

,

Giungono importanti aggiornamenti su Project Titan, il progetto che Apple starebbe conducendo per lo sviluppo di un’auto autonoma o, più probabilmente, di dispositivi di guida intelligente da offrire a produttori terzi di vetture. Doug Field, ex vicepresidente della divisione hardware dei Mac, avrebbe infatti lasciato Tesla per tornare fra le fila del gruppo di Cupertino. L’indiscrezione è stata confermata da Apple a John Gruber, titolare della famosa pubblicazione Daring Fireball.

Secondo quanto riferito da Gruber, Field avrebbe abbandonato Tesla all’inizio dell’estate, per far ritorno in Apple. Una notizia quest’ultima confermata dalla stessa azienda, sebbene il gruppo di Cupertino non abbia voluto specificare i nuovi compiti dell’ingegnere. Secondo altre indiscrezioni, queste non confermate dalle parti di Apple Park, l’esperto potrebbe essere stato inserito nel team dedicato a Project Titan.

In Tesla, Field si è occupato della produzione e dell’analisi ingegneristica delle vetture del gruppo, compresa la recente Model 3. Stando a quanto riportato da Gruber, l’ingegnere avrebbe chiesto un’aspettativa nel mese di maggio, per poi lasciare definitivamente l’azienda a giugno. Non vi sono elementi, però, che possano direttamente collegare questo addio con le polemiche che hanno avvolto la Model 3, in particolare dopo i risultati del primo quarto sotto le aspettative.

Come già ampiamente noto, su Project Titan non sono mai emerse grandi indiscrezioni, considerato come Apple stia mantenendo il più stretto riserbo sul progetto. Inizialmente pare che l’intenzione del gruppo fosse quella di produrre una vettura elettrica targata mela morsicata, ma negli ultimi anni sembra vi sia stato un ripensamento dalle parti di Cupertino, con un cambio degli obiettivi verso lo sviluppo di un sistema di guida autonomo da offrire a produttori terzi di vetture. Apple già da tempo sta sperimentando i suoi sistemi di guida autonoma, su base LiDAR, sulle strade della California: è una delle aziende, tra l’altro, che dispone di una flotta autorizzata fra le più estese.