QR code per la pagina originale

FIFA 19, Cech senza caschetto con il primo update

Disponibile il primo aggiornamento di FIFA 19. L'update mira a correggere alcuni bug, senza apportare modifiche alle meccaniche di gioco.

,

Giocatori di FIFA 19, preparatevi all’installazione del primo aggiornamento per il calcistico EA di quest’anno: l’update mira a correggere una serie di bug mantenendo inalterato il gameplay, ed è disponibile da poche ore.

Gli sviluppatori, in occasione della distribuzione dell’aggiornamento, hanno dichiarato in un comunicato:

Visti i feedback della community, abbiamo deciso di limitare le modifiche alle meccaniche di gioco e di apportare correzioni per garantire l’equilibrio e mantenere le sensazioni di gioco.

Tra i bug risolti si annovera quello che intaccava i tiri potenti. EA è inoltre intervenuta per correggere l’inno della Champions League, che solitamente accompagna l’ingresso in campo delle squadre.

Ciliegina sulla torta, la correzione di un problema relativo al casco indossato da Petr Cech, segno distintivo del talentuoso portiere ceco: fino a questo momento, infatti, l’accessorio veniva indossato da Cech anche nei filmati in cui non era sul campo da gioco. Insomma, è vero che lo abbiamo conosciuto così (o quasi), ma immaginiamo non porti il caschetto anche quando dorme.

Lo stesso portiere dell’Arsenal aveva fatto notare il difetto nei giorni scorsi, attraverso un “cinguettio”.

Tutto sommato, una patch conservativa quella di EA per il primo grande aggiornamento di FIFA 19. Comprensibile il punto di vista dello sviluppatore: non vuole apportare cambiamenti improvvisi a così poco tempo dall’uscita del gioco, specialmente dopo il feedback negativo alle patch di FIFA 18. Ci aspettiamo quindi cambiamenti più significativi con i prossimi update del titolo. Anche se, effettivamente, non sembra esserci granché da correggere all’appuntamento di quest’anno, una vera perla aggiunta alla gioielleria di EA. Vi ricordiamo che FIFA 19 è disponibile dallo scorso 28 settembre per PlayStation 4, Xbox One, PC, Nintendo Switch, PlayStation 3 e Xbox 360.

Fonte: Eurogamer