QR code per la pagina originale

Apple Music, partnership con Genius

Apple e Genius avviano una collaborazione per i testi delle canzoni: ecco come il database del sito e il servizio di streaming verranno integrati.

,

Apple Music e Genius uniscono le forze, per offrire agli utenti un’esperienza d’uso sempre più avvincente. L’enorme database del sito dedicato ai testi delle canzoni, infatti, si sposa con la piattaforma di streaming di Cupertino, per averlo sempre a disposizione quando si ascolta il brano preferito.

Genius rappresenta uno dei progetti più interessanti sul fronte dei testi musicali, un portale che ha voluto differenziarsi dalla concorrenza con funzioni innovative: l’obiettivo è infatti quello di fornire all’utente un database dei significati di ogni singola canzone, spesso per voce degli stessi artisti, i quali partecipano direttamente sulla piattaforma. Così come annunciato nella giornata di ieri, il servizio sarà ora integrato con Apple Music, la piattaforma musicale di Cupertino.

Al momento, il primo effetto di questa novità è stata l’inclusione del player di Apple Music all’interno delle pagine di Genius: ricercando il proprio testo preferito, con l’applicazione di iOS, si potrà ascoltare direttamente il brano correlato in streaming. Ben Gross, Chief Strategy Officer di Genius, ha così commentato l’iniziativa:

Essere in grado di leggere i testi e le annotazioni di Genius mentre ascolti il brano su Apple Music è un’esperienza da sogno. Siamo orgogliosi di rendere Apple Music il nostro player musicale ufficiale e siamo ugualmente eccitati di portare Genius su una piattaforma così straordinaria.

Genius ha avviato negli ultimi tempi anche una partnership con Spotify, principale rivale di Apple Music, con una serie di playlist chiamate “Behind The Lyrics”, affinché durante l’ascolto si possano apprendere informazioni sulla composizione del brano e sui suoi significati. Le due collaborazioni dovrebbero rimanere contemporaneamente attive, nonostante il recente accordo con Apple: secondo gli esperti, non dovrebbero esserci limitazioni degne di nota in tal senso. Non resta che attendere i prossimi mesi, per scoprire quali ulteriori novità potrebbe riservare il progetto.