QR code per la pagina originale

Microsoft Word crea le liste di cose da fare

Microsoft ha iniziato a sperimentare una funzionalità in Word che trasforma gli appunti nei documenti in elenchi di cose da fare.

,

Microsoft Word inizierà a trasformare automaticamente le note lasciate nei documenti in elenchi di cose da fare. La società ha iniziato a testare una nuova funzionalità che rileverà automaticamente gli appunti lasciati nei documenti per trasformali in liste di operazioni da compiere. La versione beta di questa interessante novità è disponibile da subito per alcuni selezionati Insider di Office per Mac. I test saranno allargati agli Insider di Windows nel corso delle prossime settimane.

La funzione fa parte di Editor, l’assistente di scrittura di Microsoft Word basato sull’intelligenza artificiale. Essenzialmente, lo strumento prende cose che gli utenti di Word hanno fatto per anni, appunti o note sparsi all’interno dei documenti, trasformandole in qualcosa di più uniforme ed organizzato. Microsoft, infatti, ha capito che molti utenti lasciano all’interno dei documenti note o appunti come una sorta di segnaposto per ricordarsi di svolgere alcune operazioni come inserire immagini, grafici ed altro. La casa di Redmond con questa nuova funziona vuole solamente aiutare le persone ad organizzare questi appunti all’interno dei documenti.

Scrivendo nel testo del documento cose del tipo “todo” o “insert something here”, Editor riconoscerà il testo e creerà un elenco di cose da fare in base agli elementi inseriti dagli utenti. Fornirà inoltre consigli basati su altri documenti scritti di recente dagli stessi utenti. Per esempio, scrivendo “insert graph here”, l’intelligenza artificiale di Word visualizzerà tutti i più recenti grafici su cui l’utente ha lavorato in modo da poter inserire quello più pertinente.

Se si sta lavorando su di un documento condiviso, le persone potranno anche inserire delle menzioni per avvisare i colleghi di lavoro dei compiti che devono svolgere. Le persone menzionate riceveranno una notifica via email e potranno intervenire sul documento rispondendo direttamente all’email. Pertanto, se manca una parte di informazioni, sarà possibile includerla nell’email di risposta e verrà automaticamente aggiunta al file di Word.

Una volta che i test saranno conclusi, tutte queste novità saranno disponibili per gli utenti Office 365.

Fonte: Microsoft • Immagine: dennizn via Shutterstock