QR code per la pagina originale

SpaceX, Falcon 9 sbaglia e atterra nell’oceano

Un razzo Falcon 9 di SpaceX che doveva rientrare sul suolo ha un malfunzionamento aerodinamico e finisce in acqua.

,

SpaceX ha lanciato con successo una capsula Dragon verso la Stazione Spaziale Internazionale: ha dispiegato correttamente i suoi pannelli solari, ma qualcosa al ritorno del razzo Falcon 9 è andato storto. Doveva atterrare sul suolo, otto minuti dopo il lancio su una piattaforma a Cape Canaveral, invece è caduto praticamente nell’oceano ed è stato successivamente recuperato dalla compagnia.

Elon Musk, CEO anche di Tesla, ha pubblicato un video su Twitter dove si vede il Falcon 9 oscillare mentre gira su sé stesso in maniera alquanto anomala, per poi finire nelle acque dell’oceano Atlantico. Proprio a pochi chilometri dalla base di lancio a Cape Canaveral, in Florida. Le cause sono state dei malfunzionamenti al sistema di stabilizzazione del razzo, il problema è avvenuto per il blocco di un’aletta che permette l’atterraggio sicuro.

Più nello specifico questo era il primo volo di questo specifico Falcon 9 e l’anomalia è stata alle grid fin, che sono delle particolari superfici aerodinamiche a griglia, che controllano l’assetto del mezzo nella delicata fase di discesa.

Lo stesso Musk ha detto che per fortuna i motori sono riusciti a stabilizzare il razzo poco prima dell’impatto con la superficie dell’acqua, il che ha permesso di avere un impatto più morbido, che ha evitato gravi danni al veicolo. Sono subito scattate le domande sulla possibilità di riutilizzare questo specifico razzo Falcon 9.

Il CEO ha dichiarato che potrebbe essere usato solo per missioni interne, ma non ha aggiunto dettagli. Il danno a quanto pare, soprattutto economico, c’è stato, dato che SpaceX punta tutto proprio sulla riutilizzazione dei razzi. Era dal 2016 che non accadeva una cosa simile, da quando il razzo esaurì il carburante durante la discesa. L’azienda finora è riuscita a compiere un recupero perfetto dei Falcon 9 per 12 volte consecutive.

Un fallimento in parte perché utile all’implementazione di migliorie che verranno integrate nelle missioni successive.