QR code per la pagina originale

CES 2019, Kia svela la guida autonoma emozionale

Al CES 2019, Kia svelerà un'innovativa tecnologia che permetterà di personalizzare l’abitacolo del veicolo in base allo stato emotivo del guidatore.

,

Kia protagonista al CES 2019 di Las Vegas. Il costruttore di automobili presenterà una serie di rivoluzionarie tecnologie sviluppate per l’era della guida post-autonoma. In particolare, Kia svelerà la tecnologia Real-time Emotion Adaptive Driving (R.E.A.D.). Trattasi di un progetto realizzato in collaborazione con il Massachusetts Institute of Technology (MIT) e il gruppo Media Lab’s Affective Computing.

Il costruttore di automobili spiega che grazie a R.E.A.D sarà possibile ottimizzare e personalizzare l’abitacolo del veicolo attraverso l’analisi in tempo reale dello stato emotivo del guidatore, grazie a un’inedita tecnologia di riconoscimento del segnale biologico basata sull’Intelligenza artificiale. L’innovativo sistema è in grado di monitorare lo stato emotivo delle persone e in funzione dei risultati emersi dall’analisi adatta l’ambiente interno, potenzialmente agendo sulla percezione dei sensi dei passeggeri nell’abitacolo, creando così un’esperienza di guida più gioiosa e rilassata.

Oltre a questa innovativa tecnologia, Kia porterà al CES 2019 di Las Vegas anche molte altre tecnologie avanzate dedicate alla mobilità e incentrate sul concetto di “guida emozionale“. Maggiori dettagli dei progetti del costruttore di automobili saranno svelati direttamente all’interno della fiera.

Albert Biermann, President and Head of Research & Development Division Kia Motors, ha espresso grande soddisfazione per l’introduzione dell’innovativa tecnologia R.E.A.D.

R.E.A.D è un sistema pensato per la mobilità futura che mira a creare una maggiore interazione fra auto e persone all’interno dell’abitacolo. Grazie a R.E.A.D. sfruttando nuove tecnologie di controllo del veicolo e grazie a un’Intelligenza artificiale capace di riconoscere l’emotività, sarà possibile ottenere una comunicazione continua tra passeggeri e veicolo attraverso il linguaggio non espresso delle emozioni, creando uno spazio che dialoga costantemente e in tempo reale con i sensi umani.