QR code per la pagina originale

Sony World Photography Awards 8 italiani in finale

Ci sono otto italiani tra i finalisti del concorso Open dei Sony World Photography Awards 2019, i cui vincitori saranno svelati il 26 febbraio.

,

La World Photography Organization ha rivelato i nomi dei finalisti di Open e Giovani, le due macrocategorie dei Sony World Photography Awards 2019. Tra i fotografi selezionati spiccano i nomi di otto italiani, che sono arrivati in fondo a quella che si può definire un’edizione da record, con 326.997 candidature, da un totale di 195 Paesi.

Gli italiani partecipanti sono inseriti in sette delle dieci categorie in cui sono suddivise le opere scelte per le finali di Open. Questi i nostri fotografi e i loro lavori:

  • Marco Zaffignani, selezionato nella categoria Viaggio grazie a uno scatto intitolato “Whale Shark Encounter”. Realizzata nel parco nazionale di Teluk Cenderawasih (Papua Occidentale), l’immagine rappresenta l’incontro tra il fotografo e alcuni squali balena nel mese di settembre 2018.
  • Rosaria Sabrina Pantano è una fotografa autodidatta. L’opera selezionata per la categoria Street Photography, “Walking Among the Stars”, è stata scattata a Torino, in Piazza Castello.
  • Alessandro Zunino è tra i finalisti della categoria Fotografia creativa con “Wires and Pigeons”, in cui un gioco di luci e ombre crea un effetto suggestivo.
  • Il fotografo documentarista Niccolò Cozzi, di origini toscane, presenta nella categoria Ritratto un’opera dal titolo “Portrait in Night Lights”.
  • David Salvatori e Roberto Marchegiana rientrano entrambi tra i finalisti della categoria Natura e animali selvatici. L’immagine proposta da Salvatori è “The Assault”, uno scatto subacqueo che ritrae un banco di sardine e dei delfini al largo del fiume Mbotyi, in Sudafrica. “Ethiopian Wolf” di Marchegiana, invece, è ambientata nel parco nazionale dell’altopiano di Sanetti in Etiopia.
  • Nella categoria Paesaggio, Sara Bianchi presenta il panorama innevato della penisola Yamal illuminato dall’aurora boreale. Quest’area costituisce l’habitat naturale del popolo dei Nenet e delle loro renne.
  • Alessandro Zanoni è uno dei finalisti per la categoria Cultura. Con il suo scatto “Bright Minuet”, realizzato nei pressi del cancello principale del Palazzo Gyeongbokgung di Seul, sottolinea lo scontro tra tradizione e modernità.

L’organizzazione ha annunciato anche i finalisti del concorso Giovani, categoria che premia il miglior scatto singolo realizzato da fotografi di età compresa tra i 12 e i 19 anni, mentre i nomi relativi ai concorsi Professionisti e Student Focus saranno rivelati il 26 marzo. I vincitori di Open si sapranno il 26 febbraio, quelli delle restanti categorie il 17 aprile.