QR code per la pagina originale

I Samsung QLED 2019 avranno iTunes

Samsung ha confermato l'arrivo di un'app iTunes dedicata all'interno dello store Tizen oltre al supporto al Radeon FreeSync di AMD.

,

Dopo aver dato un primo, fugace, assaggio al CES di quest’anno, Samsung ha finalmente ufficializzato l’arrivo dei QLED di nuova generazione. La nuova serie top di gamma della coreana comprende dunque i modelli 2019 Q90, Q80, Q70 e Q60, aggiornamenti che includono novità davvero interessanti, che guardano anche all’accesso di contenuti multilivello, rivolti pure all’acerrima concorrenza di Apple.

Arriva infatti sullo store di Tizen, il negozio digitale della piattaforma casalinga che potenzia vari apparecchi di Samsung, tra cui anche i wearable, un’app indipendente e dedicata a iTunes, da cui scaricare contenuti multimediali tra cui anche film in 4K e HDR, di cui gli ultimi esemplari sono dotati. Ma non solo: giunge a bordo della franchigia 2019 pure il supporto all’AMD Radeon FreeSync tramite la funzione Real Game Enhancer di Samsung, che permette a processore e scheda video di lavorare all’unisono per far dimenticare lag e rallentamenti di sorta, soprattutto durante la visione di immagini di altissima qualità.

Anche se il produttore non lo ha confermato, è evidente aspettarsi sui QLED più recenti la disponibilità di Bixby, apparsa già sulla serie dello scorso anno. Come questa, l’aggiornamento porterà anche una più ampia selezione di contenuti nella modalità Ambient, un segno distintivo della gamma odierna. In termini di dimensioni dello schermo, i modelli di quest’anno saranno più grandi del passato, con tutte e quattro le varianti comprese tra i 65, 75 e gli 82 pollici. Chi è alla ricerca di qualcosa di più piccolo potrà rivolgersi al Q70, che arriverà sul mercato anche nei formati da 49 e 55 pollici mentre il Q60 scenderà fino ai 43 pollici.

Parlando di tecnologia, c’è da dire che Samsung ha introdotto sui TV la cosiddetta “Ultra Viewing Angle”, che promette di ridurre il bagliore in uscita e migliorare i colori con angoli di visualizzazione più ampi. Ciò, a fronte di una prova diretta, dovrebbe contribuire a rendere i televisori QLED più competitivi rispetto agli LCD e LED in termini di visualizzazione fuori asse.