QR code per la pagina originale

Campus Party Sparks: esport al prossimo livello

Campus Party entra nel mercato esport, con un team internazionale, ​squadre di player da tutto il mondo e ​servizi a 360 gradi per millennials e aziende. 

,

Campus Party Sparks è il punto di contatto tra le aziende e le nuove  generazioni. Con un team internazionale, costituito dallo staff dell’evento più grande al mondo sull’innovazione e creatività under 30, dai massimi esperti del  settore a livello nazionale, nonché unici docenti di esport in Italia e dai  migliori talenti globali impegnati nel filone competitivo di League of  Legends, FIFA 19 e Fortnite, la nuova organizzazione offre un  ecosistema completo sul mondo esport.

Campus Party Sparks nasce dall’incontro tra Games Kingdom e Campus  Party, che ha deciso di investire le energie per creare una struttura in  grado di divulgare la cultura degli esport a livello internazionale a 360°  gradi, per connettere millennials e post millennials con un fenomeno in  crescita esponenziale. Non solo intrattenimento, quindi, ma prospettive  di lavoro per giovani talenti e servizi dedicati alle aziende, per fornire loro  le competenze necessarie per costruire o strutturare la propria presenza  nel settore esport. Il management del team è composto da Davide Strozzi, Amministratore delegato della società e Partnership Director di  Campus Party Global; Francesco Albanese e Jan Nava, gli unici docenti in Italia della materia esports che già alcune scuole hanno integrato nel loro piano formativo, precedentemente fondatori di Games Kingdom e del Team 5 Hydra Esports.

Davide  Strozzi, Amministratore Delegato di Campus Party Sparks:

Crediamo tanto negli esport, non solo come intrattenimento sportivo  delle nuove generazioni, ma soprattutto in quanto cultura ed economia del  videogioco. Vogliamo che Campus Party Sparks sia un’azienda di  riferimento nel settore esport in ambito internazionale. Campus  Party ospita da molti anni eventi esport in giro per il mondo, generando  formazione, talenti e community appassionate. Campus Party Sparks è  stata quindi la naturale conseguenza di un motore già avviato, un  ecosistema che permetta ad una nuova generazione di connettersi con i  lavori del futuro, formare i nuovi professionisti del settore partendo dalle  scuole e arrivando ai corsi online ed aiutare le aziende ad utilizzare gli  esport come strumento per raggiungere le nuove generazioni offrendo servizi su misura.

Cultura degli esport a 360°, quindi, come nuovo settore in cui operare a  tutti i livelli, dalla formazione al talent boosting, dal team di campioni ai  servizi per le aziende. A sostenere Campus Party Sparks in qualità di Partner Tecnico ​ASUS  Republic of Gamers (ROG)​, indiscusso protagonista del settore con la  sua ampia gamma di soluzioni dedicata ai gamer ed apprezzata da giocatori casual e pro di tutto il mondo, che ha abbracciato il progetto Campus Party Sparks condividendone le idee e gli ideali e mettendo la  propria tecnologia al servizio del Team.

Composizione dell’ecosistema

La ​squadra esport​ di Campus Party Sparks è un team globale, formato da giovani promesse e nomi già conosciuti e apprezzati  nell’universo esport. Player nazionali ed internazionali compongono le  schiere delle squadre del brand, che vede all’opera i campioni di League  of Legends, protagonisti del torneo di ​PG Nationals​, che hanno  conquistato la prima posizione in classifica volando in semifinale (primi  classificati), e i team di Fortnite e FIFA 19, anche loro con grandi  successi alle spalle. Gabriel ‘Gabry’ Llaho, per FIFA 19, si è qualificato alla FUT Champions di Singapore, raggiungendo lo strepitoso risultato dell’unico italiano in Top  8 su Xbox. Nel mondo Fortnite, invece, Manuel ‘Return’ Grassi e Giulio ‘Nezak’ Vitelli oltre a conquistare l’audience con un palinsesto di streaming corposo, detengono il record italiano Win Streak in  Duo, record Kills Italiano in Squad e rientrano nella top 3 Kills/Match in Italia.

Campus Party Sparks è anche ​formazione​, creando e proponendo progetti didattici per le scuole e progetti educativi personalizzati per le  aziende. I corsi formativi offerti da Campus Party Sparks sono a tutti gli  effetti materie scolastiche da “voto in pagella”: già all’attivo ​l’Istituto Politecnico di Bergamo, che in questi giorni ha creato il suo primo team di League of Legends, e l’Istituto Tecnico Industriale Statale Galileo  Galilei. Corsi online​ e ​talent boosting ​anche per i players amatoriali e  professionali che vogliono migliorare le proprie skills, nonché percorsi di  formazione per figure professionali del mondo esport, dal team manager  al graphic designer. Forti servizi anche per le aziende che vogliano fare il proprio ingresso nel settore esport, con consulenze su progetti esport più complessi e la  creazione e gestione della sezione esport aziendale, per raggiungere la  generazione millennial e post-millennial e molto altro.