QR code per la pagina originale

L’Europa taglia i costi delle chiamate UE

L'Unione Europea taglia i costi delle chiamate internazionali; dal 15 maggio chiamare i Paesi europei costerà di meno.

,

Buone notizie per chi è solito effettuare molte chiamate verso i numeri di telefono europei. L’Unione Europea ha, infatti, tagliato i costi a tutte le chiamate internazionali e ai messaggi di testo (SMS) all’interno dell’UE. A partire dal prossimo 15 di maggio sarà applicata una nuova tariffa massima inferiore a quella precedente. I consumatori che effettuano chiamate dal loro paese verso un altro paese dell’UE pagheranno un importo massimo di 19 centesimi (+IVA) al minuto e di 6 centesimi (+IVA) per SMS.

Dopo l’abolizione delle tariffe di roaming nel giugno 2017, i nuovi massimali previsti per le chiamate internazionali e gli SMS nell’UE rientrano nella revisione delle norme in materia di telecomunicazioni a livello di UE, intesa a rafforzare il coordinamento delle comunicazioni elettroniche e a potenziare il ruolo dell’Organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche (BEREC).

Le nuove norme per le chiamate internazionali fanno fronte alle grandi differenze di prezzo che esistevano in precedenza fra gli Stati membri. In media, il prezzo standard di una chiamata intra-UE da rete fissa o mobile era triplo rispetto a quello di una chiamata nazionale, mentre il prezzo standard di un messaggio SMS intra-UE era oltre il doppio rispetto a quello di un SMS nazionale. In alcuni casi, il prezzo standard di una chiamata intra-UE può essere fino a dieci volte superiore al prezzo standard delle chiamate nazionali.

Saranno gli operatori delle telecomunicazioni in tutta l’UE a dover fornire ai consumatori le informazioni sui nuovi massimali. Le norme si applicheranno in tutti i 28 paesi dell’UE a partire dal 15 maggio e presto anche in Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

Il massimale è limitato all’utilizzo personale, vale a dire per i clienti privati. I clienti commerciali sono esclusi da questa regolamentazione dei prezzi, dato che numerosi fornitori già propongono offerte speciali particolarmente interessanti per i clienti commerciali.

In merito all’Italia, alcuni operatori di telefonia mobile hanno già iniziato a comunicare questa importante rimodulazione positiva ai loro clienti.