QR code per la pagina originale

Azionisti BMW preoccupati del vantaggio di Tesla

Gli azionisti di BMW si stanno preoccupando del ritardo del costruttore tedesco nei confronti di Tesla nel settore delle auto elettriche.

,

Gli azionisti BMW sono preoccupati del vantaggio di Tesla nel settore delle auto elettriche e proprio per questo hanno iniziato ad esercitare una certa pressione verso la casa madre. Daniela Bergdolt, vicepresidente dell’associazione degli azionisti tedeschi, ha tenuto un discorso molto duro durante il recente meeting annuale degli azionisti di BMW. Daniela Bergdolt si è chiesta dove sia questo modello offensivo per sfondare nel settore delle auto elettriche. La Bergdolt ha evidenziato come sia certamente in arrivo la iNEXT ma che si aspettava qualcosa di più per fronteggiare Tesla.

Secondo la stampa, il commento è stato accolto da un forte applauso da parte degli azionisti di BMW. Gli azionisti della casa bavarese chiedono, quindi, un cambio di marcia che potrebbe arrivare molto presto visto che si fanno sempre più pressanti le voci di un cambio del CEO della BMW che non sarebbe stato capace di guidare il Gruppo verso la mobilità elettrica. BMW ha già espresso tutta la sua volontà di elettrificare la sua gamma di autovetture ma si sta ancora concentrando sulle plug-in con le prime vere auto a batteria di nuova generazione che non sono ancora pronte al debutto.

La BMW iX3, un SUV elettrico, dovrebbe debuttare solo il prossimo anno mentre i modelli BMW i4 e BMW iNEXT nel 2021. In particolare, BMW punta sul modello iNext per fronteggiare Tesla, ma il 2021 è ancora molto lontano.

La casa bavarese è chiaramente un po’ in ritardo rispetto ai più diretti rivali, anche escludendo Tesla. La BMW non è comunque l’unica ad essersi presa in ritardo ma va detto che il costruttore tedesco era tra i primi ad aver credo nella mobilità elettrica lanciando nel 2013 la BMW i3. Da allora, però, i progressi sono stati molto scarni.

Video:BMW ConnectedRide: la sicurezza al primo posto