QR code per la pagina originale

Dating online: Panda Security spiega le truffe

Sempre più persone rimangono vittime delle truffe sul dating online: Panda Security spiega come ridurre il rischio di episodi spiacevoli.

,

Il dating online è uno dei mezzi oggi più utilizzati per conoscere nuove persone, si tratti di un focoso incontro di una notte sola oppure di un amore destinato a durare per sempre. Eppure, quando ci si approccia all’universo dei siti e delle applicazioni, non bisogna abbassare la guardia. Sono infatti sempre più frequenti le truffe ai danni dei cuori solitari alla ricerca di un partner, degli episodi spiacevoli non solo di natura economica. Panda Security, considerando come il fenomeno sia in crescita, ha quindi deciso di fornire qualche utile consiglio.

Gli italiani sono fra i popoli europei più attratti dal dating online: sono infatti 8.9 i single, di entrambi i sessi, che cercano attivamente un partner in rete. Ma all’aumentare delle ricerche, aumentano anche i rischi, così come Panda Security ha rilevato dalle proprie analisi. Anche in Italia, infatti, è sempre più frequente il fenomeno del social engineering: una tecnica di approccio psicologico sfruttata dagli hacker per ottenere dati personali della vittima, allo scopo di estorcere del denaro. Ma non mancano nemmeno malintenzionati pronti a sfruttare le comuni tecniche di infrazione della cyber security, sfruttando le carenze tecnologiche della persona presa di mira.

Il primo passo da compiere è quello di assicurarsi di aver seguito delle norme di sicurezza, e soprattutto di buon senso, sufficienti:

  • iscriversi alle piattaforme tramite una mail alternativa alla principale, che non contenga il proprio nome e cognome;
  • non pubblicare dati economici;
  • non condividere con nessuno dati bancari o della carta di credito;
  • affidarsi a un buon antivirus per proteggere i propri device dai malware.

Come facile intuire, le truffe si fanno di giorno in giorno sempre più affinate e, per questo, i passi precedentemente suggeriti potrebbero non essere sufficienti. Ad esempio, negli ultimi tempi sempre più persone cadono nel romance scam: i predatori convincono le vittime a consegnare grandi quantità di denaro, facendo leva sia sulla compassione del partner che sulla sua infatuazione. Una volta ricevuto il denaro, ad esempio un prestito per un debito, i malintenzionati scompaiono però dalla circolazione. Per evitare di imbattersi in simili problematiche, Panda Security suggerisce i seguenti consigli:

  • Iscriversi solo a siti d’incontri seri e certificati;
  • Non usare nome e cognome nella mail di registrazione o come nickname;
  • Non fornire il numero di telefono o l’indirizzo di casa finché non si ha la certezza di parlare con una persona reale, realmente interessata a un incontro;
  • Non inviare mai denaro o condividere dati bancari e di carta di credito;
  • Se viene richiesto lo scambio di materiale hot, oppure videochat nudi, si valuti a fondo la situazione. Meglio evitare o, comunque, non mostrare parti del corpo che possono renderci immediatamente riconoscibili;
  • Fissare il primo incontro in un luogo affollato, comunicando l’appuntamento anche a un amico oppure un parente.