QR code per la pagina originale

Google Maps, occhio ad attività commerciali false

Google Maps ha un problema nell'indicizzazione delle attività commerciali che rischia di far accrescere le truffe.

,

Stando a quanto riportato dal Wall Street Journal, Google Maps è piena di attività commerciali che presentano informazioni sbagliate, come numeri telefonici falsi o indirizzi non corrispondenti a quelli reali. Addirittura, in alcuni casi, sembrerebbe che rimandino ad attività commerciali concorrenti, danneggiando non soltanto le aziende conformi ma anche il cliente stesso.

Secondo la nota testata giornalistica americana, sarebbero ben 11 milioni le attività commerciali fasulle presenti nell’applicazione. Sebbene il colosso della ricerca affermi in uno studio accademico autofinanziato del 2017 che solo lo 0,5% delle ricerche locali fossero false, una recente indagine del WSJ dimostrerebbe il contrario. Nella ricerca di idraulici a New York, 13 dei 20 principali risultati riportavano falsi indirizzi: solo due erano vere e proprie aziende che rispettavano le linee guida di Google.

La maggior parte delle attività che non si trovano nelle loro posizioni elencate e quelle più inclini a truffe del genere includono negozi di riparazione di ogni tipo e servizi per il soccorso stradale. Si tratta di aziende a cui si rivolgono le persone in situazioni di emergenza e in genere senza molto tempo per verificare la loro credibilità. Sebbene BigG verifichi in genere se un’azienda sia legittima o meno tramite posta, chiamando o inviando per e-mail un codice numerico grazie a cui accedere a un sito web dedicato, il sistema è abbastanza semplice da consentire agli autori di frodi di aggirarlo con indirizzi e numeri di telefono falsi.

A proposito di Google Maps, di recente il gigante della tecnologia avrebbe testato una funzionalità per la famosa app che consente all’utente di tenere sotto controllo il tassista, per evitare che quest’ultimo percorra il tragitto più lungo al fine di guadagnarci qualcosa in più.