QR code per la pagina originale

Disney+: una truffa appare su Facebook

Appare su Facebook un account che propone accesso a pagamento al beta-testing di Disney+, il servizio di streaming di Disney: si tratta di un falso.

,

Grande attesa per Disney+, la piattaforma di streaming targata Disney che farà il suo debutto ufficiale nel mese di novembre. Delle aspettative talmente alte che qualcuno ha deciso di approfittarne, utilizzando la piattaforma Facebook per ingannare gli utenti. È quanto conferma Butac, portale sempre molto affidabile per la verifica di bufale e affini: da giorni circola sulla piattaforma di Mark Zuckerberg un falso account collegato a Disney+, pensato per proporre agli interessati dei fittizi abbonamenti da beta-tester.

Così come già ampiamente noto, il servizio Disney+ – comprensivo non solo dei successi Disney, ma anche dei cult Marvel e Star Wars, delle produzioni Pixar e dei documentari National Geographic – sarà disponibile per gli utenti a partire dal mese di novembre. Non esistono al momento accessi speciali né promozioni, fatta eccezione per l’Olanda, dove la società ha avviato una piccola fase di test.

Da qualche giorno, su Facebook è apparso un messaggio sponsorizzato dedicato agli utenti italiani, con cui si invita gli interessati a diventare beta-tester della piattaforma, per accedere ai contenuti in streaming prima di chiunque altro. Il messaggio così recita:

Novità importanti! Sappiamo tutti che la Disney inaugurerà presto il suo nuovo servizio di video on demand! Ma i veri fan possono già iniziare a guardare. La Disney sta cercando alcuni tester beta per il loro prodotto. Se sei interessato clicca qui e prenotati. Fai presto, ci sono pochi posti disponibili.

Cliccando sul link allegato, così come dimostrato da Butac, si finisce però su un sito fittizio, che riproduce le fattezze tipiche del design Disney, ma non è collegato all’azienda. Il sito chiede quindi all’utente di investire 2 dollari – sì, dollari, non euro – per accedere alla fase di beta testing, “poiché la legge impedisce di offrire un servizio a pagamento gratuitamente”. Vi è poi collegata l’url di un tracker, che nulla ha a che vedere con Disney, e viene chiesto all’utente il codice della carta di credito. I rischi sono elevati: dall’iscrizione a servizi e abbonamenti non voluti alla possibile sottrazione dei dati della carta. È necessario quindi prestare grande attenzione ed evitare il tranello: Disney+ non ha al momento aperto i battenti in Italia, non esiste alcuna fase di beta-testing.