QR code per la pagina originale

Windows 10: da Microsoft nuovi aggiornamenti

Microsoft ha distribuito una nuova tornata di aggiornamenti cumulativi per molte delle versioni di Windows 10 ancora oggi supportate.

,

Microsoft ha rilasciato una nuova tornata di aggiornamenti cumulativi per la maggior parte delle versioni di Windows 10 ancora supportate. La casa di Redmond ha oramai abituato i suoi utenti a molteplici aggiornamenti di manutenzione mensili per il suo sistema operativo di punta. Il Patch Tuesday, oggi, è solo uno dei tanti appuntamenti in cui la società rilascia degli update.

Una pratica sicuramente positiva che permette di offrire agli utenti Windows 10 un’esperienza d’uso dei loro computer sempre ottimale. In questa nuova tornata di aggiornamenti non è presente alcun pacchetto per Windows 10 May 2019 Update. Per l’ultima declinazione di Windows 10, un aggiornamento arriverà nel corso dei prossimi giorni.

Entrando nei dettagli, tutti coloro che dispongono di PC con Windows 10 October 2018 Update potranno scaricare ed installare il pacchetto KB4520062. Tra i correttivi quello che va a risolvere problemi di funzionamento con il menu Start. Change log che continua con una lunga lista di bug fix e di ottimizzazioni.

Per chi dispone di PC con Windows 10 April 2018 Update, Microsoft ha rilasciato la patch KB4519978. Anche in questo caso il change log risulta essere piuttosto corposo.

Per Windows 10 Fall Creators Update, invece, è disponibile la patch KB4520006. Pure in questo caso sono presenti molti correttivi.

Infine, per i PC che ancora eseguono Windows 10 Anniversary Update (Long-Term Servicing Channel) è disponibile la patch KB4519979. Change log sempre molto corposo.

I più curiosi possono studiare le modifiche apportate all’interno delle pagine di supporto di Windows 10 sul sito di Microsoft.

Questi aggiornamenti non saranno automaticamente installati. Lo saranno solamente con il rilascio del Patch Tuesday del mese di novembre 2019.

In ogni caso, vista la quantità di problemi risolti, si consiglia comunque di aggiornare attraverso il canonico strumento di Windows Update.