QR code per la pagina originale

Facebook ora ti avvisa sulle fake news politiche

Facebook ha illustrato tutti gli sforzi che ha messo in campo per prevenire interferenze politiche in vista delle elezioni 2020.

,

Che le fake news e le interferenze politiche su Facebook siano un problema a livello mondiale, questo ormai è un dato certo. Per questo la società ha recentemente illustrato una serie di strumenti volti ad inasprire la lotta alla diffusione della disinformazione e delle fake news da parte di esponenti politici.

Ultimamente Facebook ha dichiarato di voler escludere i politici dal fact-checking, perché vere o false che siano le loro dichiarazioni, rientrano in un discorso di democrazia e dovrebbero essere gli utenti a capire. Ci sono però nuove modifiche che, sebbene non puniscano i politici che spargono fake news, aiutano gli utenti a capire cosa è vero e cosa non lo è. I contenuti non pubblicitari giudicati come falsi e disinformanti verranno quindi etichettati, per essere più facilmente riconosciuti.

Facebook

Tra i nuovi strumenti ci sono anche quelli che penalizzeranno le pagine e gruppi che continuano a pubblicare fake news, in modo da penalizzare la loro distribuzione oppure imporre restrizioni sulla capacità della pagina di fare pubblicità e quindi monetizzare. Anche Instagram è coinvolta per quanto riguarda le notizie false etichettate come tali. Tutto sarà molto chiaro visivamente e ci sarà anche una spiegazione e una correzione dei fatti.

Se l’utente vuole condividere quel contenuto, Facebook informerà della sua falsità con un popup. Infine verranno monitorate la provenienza delle notizie, nel caso però di news che provengano da media o editori controllati direttamente dal proprio governo. Per le elezioni statunitensi 2020 Facebook ha messo a disposizione anche uno strumento utile per monitorare la spesa dei candidati politici sulla piattaforma. Insomma gli sforzi sono vari, ora bisognerà vedere se sono abbastanza per fermare le interferenze esterne nelle elezioni.