QR code per la pagina originale

Google, i dipendenti vogliono una svolta green

Oltre mille dipendenti di Google hanno firmato una lettera in cui chiedono all'azienda di attuare un piano in favore dell'ambiente e del clima.

,

Oltre un migliaio di dipendenti Google hanno firmato una lettera indirizzata alla società in cui propongono di attuare un piano aziendale “a favore del clima e dell’ambiente”. Il piano toccherebbe quattro punti: anzitutto chiedono all’azienda di azzerare le emissioni entro il 2030, poi di smettere di finanziare lobbisti e politici che negano i cambiamenti climatici, di tagliare ogni legame con l’industria dei combustibili fossili e, infine, ogni rapporto con organizzazioni che tendono a opprimere “i rifugiati”.

Queste richieste sono state effettuate da lavoratori di tutto il settore. Lo scorso aprile, i dipendenti di Amazon hanno pubblicato una lettera con condizioni simili, in cui chiedevano anche che il gigante dell’e-commerce facesse di meglio per contribuire alla difesa del clima e dell’ambiente. Per quanto riguarda il colosso della ricerca, starebbe acquistando crediti di carbonio (PDF) da anni e ha recentemente annunciato l’investimento di 2 miliardi di dollari in infrastrutture di energia rinnovabile, ma i dipendenti probabilmente pensano che l’azienda possa fare di meglio. Hanno così concluso la lettera:

Google è un’azienda globale con miliardi di utenti in tutto il mondo, molti dei quali stanno già subendo il peso del disastro climatico. Il codice di condotta dell’azienda richiede rispetto per gli utenti e per le opportunità di ognuno. In qualità di dipendenti di Google, ci impegniamo a mettere i nostri utenti al primo posto e la società deve fare lo stesso.

Il gigante della tecnologia, di recente, ha annunciato che interromperà il supporto al primo Pixel (e Pixel XL) nel mese di dicembre. La società, infatti, non ha distribuito alcun update per i primi modelli a novembre, dichiarando che quello del prossimo mese sarà l’ultimo.