QR code per la pagina originale

Google Glass, ultimo update per edizione consumer

La Explorer Edition di Google Glass, quella diretta al pubblico, non sarà più supportata dopo un ultimo aggiornamento.

,

Google Glass è uno di quei progetti del colosso della ricerca che non hanno mai preso il largo. Uno di quelli sfortunati, che la società ha deciso di supportare un’ultima volta prima di staccargli definitivamente la spina. Perlomeno alla Explorer Edition, versione che avrebbe dovuto raggiungere il grande pubblico (ma che ha ottenuto scarsi risultati) per proiettare l’utente nel mondo della realtà aumentata.

L’azienda ha introdotto per la prima volta Project Glass nel 2012, dando il via a preordini per 1.500 dollari a unità. Dal momento che le persone iniziavano a sollevare dubbi sulla sicurezza della privacy, per via della possibilità di registrare video, Google Glass ha così ricevuto un aggiornamento; ma presto la società ha deciso di modificare l’approccio e dirigere il dispositivo alle aziende. Nasce così nel 2017 la Enterprise Edition, che il gigante della tecnologia continuerà a supportare perché sta facendo meglio della versione per il pubblico di massa.

Per quanto riguarda l’ultimo aggiornamento della Explorer Edition, in una pagina di supporto c’è scritto che gli utenti dovranno scaricare, decomprimere e installare manualmente il file. In questo modo potranno collegare Google Glass al proprio smartphone (MyGlass non funzionerà più, ma il collegamento tramite Bluetooth sarà sempre valido). Coloro che non aggiornano il dispositivo possono continuare a utilizzarlo, ma app come Gmail, YouTube e Hangouts non funzioneranno più – di fatto, sarà eliminata la possibilità di accedere con il proprio account Google. Dopo il 25 febbraio 2020, tuttavia, gli utenti saranno costretti a installare l’aggiornamento o non saranno più in grado di utilizzare gli occhiali per la realtà aumentata. Potranno aspettare fino a quando non saranno espulsi dal sistema stesso, ma dovranno tenere in considerazione che l’aggiornamento sarà disponibile fino al 25 febbraio 2022.