QR code per la pagina originale

Pro Display XDR: un panno apposito per pulirlo

Per pulire il nuovo Pro Display XDR, nella sua versione con finiture nanotexture, sarà necessario usare un panno apposito fornito da Apple.

,

Oltre al potente Mac Pro, nella giornata di ieri Apple ha reso disponibile per l’acquisto anche il nuovo Pro Display XDR: il monitor da 6K destinato ai professionisti, dalla resa del colore praticamente perfetta. Così come già noto, vi sono due configurazioni per il vetro frontale del dispositivo: standard, per un costo totale di 5.559 euro, e con nanotexture, da 6.599 euro. Come scoperto da AppleInsider, per pulire questo ultimo modello è necessario ricorrere a un apposito panno.

La necessità di utilizzare un apposito panno fornito da Apple per la finitura nanotexture del nuovo Pro Display XDR, senza peraltro utilizzare acqua o altri detergenti, è emersa in un documento pubblicato dalla stessa società di Cupertino. Chi sceglierà questa configurazione, infatti, riceverà anche l’apposito strumento per la pulizia del monitor. Così specifica la società di Cupertino:

Utilizzare solamente il panno asciutto che viene fornito con il display, per rimuovere polvere o ditate dallo schermo. Non aggiungere acqua o altri liquidi per pulire il vetro con nanotexture.

Al momento non è ben chiaro perché sia necessario un accessorio apposito per la manutenzione del display, tuttavia non si può escludere che i comuni strofinacci rovinino la micro-finitura del pannello in vetro, rendendo vana la sua utilità. Il vetro in nanotexture, infatti, permette di ottenere il massimo della qualità visiva senza riflessi o variazioni di colore, grazie alla sua capacità di disperdere la luce ambientale.

Così come già accennato, il nuovo Pro Display XDR include un pannello dalla risoluzione di 6.016×3.384 pixel ed è capace di garantire una luminosità di 1.000 nits, con il supporto alla gamma di colore P3 e una profondità degli stessi colori da 10 bit. La versione standard è offerta a 5.559 euro, quella con nanotexture a 6.559 euro, mentre se si vuole aggiungere il Pro Stand – pensato per inclinare facilmente il monitor o ruotarlo di 360 gradi – i costi lievitano di altri 1.099 euro.