QR code per la pagina originale

Project Artemis, tool Microsoft per arginare abusi

Microsoft ha reso disponibile un tool, denominato Project Artemis, che serve per combattere gli abusi online.

,

Il web può essere un posto molto pericoloso, motivo per cui Microsoft ha sviluppato una nuova tecnologia per rilevare e segnalare le persone malintenzionate che tentano di adescare i bambini in rete. Battezzato Project Artemis, è in grado di esaminare le conversazioni basate su testo e valuta se possono essere considerate allarmanti.

La tecnologia sarà resa disponibile gratuitamente per le società di servizi online qualificate. Grazie alla valutazione fornita dallo strumento, tali società potranno individuare con più facilità le conversazioni da far revisionare a moderatori umani. Lo sviluppo di Project Artemis è iniziato a novembre 2018, quando Microsoft, The Meet Group, Roblox, Kik, Thorn e altre società hanno deciso di collaborare per metterlo a punto. Le licenze sono ora gestite da Thorn, un’organizzazione no-profit che sviluppa tecnologia per difendere i bambini dagli abusi sessuali. In un post sul blog che annuncia Project Artemis, Microsoft ha dichiarato:

“Project Artemis” è un significativo passo avanti, ma non è affatto una panacea. Lo sfruttamento e l’abuso sessuale dei minori online e l’adescamento dei bambini sul web sono gravi problemi. Ma non siamo scoraggiati dalla loro complessità. Al contrario, in questo momento stiamo mettendo a disposizione tale strumento per invitare altre società e organizzazioni a migliorarsi continuamente per contribuire alla causa.

Nel frattempo, Microsoft ha affermato che Xbox Series X non avrà esclusive proprie per almeno un anno, una strategia rischiosa ma che permette una transizione più lenta verso la nuova generazione. I primi titoli first party che usciranno, infatti, saranno disponibili anche su Xbox One (ed eventualmente su PC).

Xbox One, con incluso Star Wars Jedi Fallen Order: Deluxe Edition, è attualmente disponibile su Amazon a 196,99 euro.