QR code per la pagina originale

Carta del docente: la novità per la didattica a distanza

Fino al 13 aprile la Carta del Docente permetterà di acquistare anche materiale per la didattica a distanza come webcam e microfoni.

,

La Carta del Docente si adegua all’emergenza. La pandemia di coronavirus COVID-19 ha cambiato temporaneamente il modo di “andare a scuola“. La chiusura delle scuole di ogni ordine e grado è stata tra i primi provvedimenti adottati anche in Italia e la didattica si è dovuta spostare online. Questo ha costretto studenti ed insegnanti a doversi attrezzare velocemente per potersi allineare alle nuove misure restrittive e recuperare il tempo perso nei primi giorni di dubbi e incertezze.

Le nuove esigenze hanno spinto il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina a rivedere l’elenco degli acquisti permessi attraverso la Carta del Docente, il bonus di 500 euro che viene concesso ogni anno ai docenti di ruolo per l’aggiornamento professionale.

Le FAQ pubblicate dal MIUR sul sito della Carta del Docente precisano che “dal 11 marzo 2020 al 13 aprile 2020 è ammesso comunque l’acquisto di dispositivi hardware finalizzati all’aggiornamento professionale anche per organizzare una didattica a distanza come webcam e microfoni, penne touch screen, scanner e hotspot portatili“.

Dispositivi generalmente non necessari con la didattica tradizionale sono ora diventati fondamentali e, in modo piuttosto tempestivo, il MIUR ha deciso di rispondere alle crescenti richieste dei docenti. Se fino a poche settimane fa la necessità di una webcam non era neanche contemplata, ora disporre di una webcam per tenere lezioni a distanza è più che necessario. Così come i microfoni o gli hotspot portatili che permettono di collegarsi ad internet ovunque ci si trovi, anche utilizzando una semplice SIM dati.

Al momento la scadenza per l’acquisto dei dispositivi necessari per la didattica a distanza è fissata per il 13 aprile 2020, la stessa data in cui almeno sulla carta scadranno le misure restrittive imposte dal governo di Giuseppe Conte a tutto il Paese. La proroga di questa nuova scadenza è pressoché scontata, ma al momento è difficile prevedere se verrà fatta slittare allo stesso modo anche la data ultima per l’acquisto di materiale per la didattica a distanza.

Nel dubbio, se si ha necessità di beneficare di questa proroga, vi suggeriamo di procedere quanto prima.