Windows 11, prima build cambia velocità di refresh per risparmiare la batteria

La prima build di Windows 11 consente di attivare una funzione per modulare automaticamente la velocità di frequenza al fine di risparmiare batteria.

Se hai acquistato di recente un laptop Windows, ci sono buone probabilità che includa un display ad alta frequenza di aggiornamento. Questo consente di rendere ogni interazione, incluso lo scorrimento, il click e l’esperienza complessiva significativamente più fluidi. Ma aumentare la velocità di refresh sul display del proprio laptop comporta anche un importante consumo di batteria. Microsoft sta quindi introducendo una nuova funzionalità, chiamata Dynamic refresh rate (DRR), con la prima build di Windows 11 per ovviare al problema.

Come suggerisce il nome, DRR porterà la frequenza di aggiornamento di un laptop a 60Hz quando l’utente si svolgerà attività come scrivere e-mail e documenti, per poi aumentarla a 120Hz durante altre interazioni, per renderle più istantanee. A oggi, il supporto per la funzione è principalmente limitato a una manciata di app Microsoft e Adobe, stando a The Verge, ma la società afferma che più app la supporteranno nel tempo. Una cosa da notare è che DDR non si attiva mentre l’utente gioca, quindi non dovrà preoccuparsi di trovarsi in svantaggio in una partita multiplayer.

Per provare DRR sarà necessario un laptop dotato di un display con supporto per una frequenza di aggiornamento variabile di almeno 120Hz. Servirà anche un driver grafico che supporti la funzione. Pertanto, nel caso in cui si fosse in possesso di un laptop che non soddisfa i requisiti di cui sopra, si potrebbe non essere in grado di abilitare DRR dopo aver installato la prima build di Windows 11. Ma qualora il proprio laptop avesse il supporto driver necessario, si troverà l’opzione per attivare DRR nel menu Sistema.

A proposito della nuova versione del sistema operativo, ecco come scaricare la prima build di Windows 11.

Ti potrebbe interessare