Come vedere il Gran Premio di Miami dall’estero

Gran Premio di Miami: riscatto Ferrari o conferma RedBull? L’appuntamento americano sta calamitando l’attenzione degli appassionati di motori.

Il Gran Premio di Miami è un nuovo appuntamento del calendario della Formula 1. Per la città americana infatti, si tratta di un debutto assoluto nel massimo evento motoristico mondiale.

In questo contesto, le Ferrari sono richiamate a un pronto riscatto dopo il deludente GP di Imola, con un Max Verstappen e la RedBull che sembrano aver colmato il gap delle primissime gare. La Mercedes, dal canto suo, vede un Lewis Hamilton mai così in difficoltà e un il connazionale George Russel in ascesa.

Sarà possibile seguire il prossimo Gran Premio direttamente su Sky Sport F1 (canale 207) attraverso i seguenti orari:

  • Venerdì 6 maggio – Conferenza piloti (ore 17.00 italiane), prima sessione prove libere (20.30) e seconda sessione prove libere (23.30);
  • Sabato 7 maggio – terza sessione di prove libere (19.00) e qualifiche (22.00);
  • Domenica 8 maggio – gara (ore 21.30).

Un weekend da vivere tutto d’un fiato per gli appassionati di quattro ruote. Non tutti però possono avere accesso alle trasmissioni appena elencate. Chi si trova all’estero infatti, pur avendo un regolare abbonamento Sky, potrebbe andare incontro a limitazioni geografiche del contenuto audiovisivo.

Sotto questo punto di vista, la chiave di svolta potrebbe essere una VPN in grado di assicurare prestazioni sopra la media.

Gran Premio di Miami all’estero? Con una VPN è possibile seguire l’evento come da casa

Le VPN, per loro stessa natura, tendono ad appesantire la linea. Ciò significa una difficoltà nel poter riprodurre contenuti in streaming fluidi, senza buffering e fenomeni simili. Sotto questo punto di vista, NordVPN offre adeguate garanzie.

Stiamo parlando di una delle VPN più conosciute e apprezzate al mondo, forte di prestazioni che la pongono ai vertici del settore. La mancanza di limiti di banda e 5.200 server sparsi in oltre 60 nazioni, permettono a questo servizio di offrire un impatto minimo a livello di performance durante l’utilizzo della piattaforma.

A ciò va aggiunta anche una certa flessibilità. NordVPN infatti, permette di proteggere con un singolo account fino a 6 dispositivi diversi. Gli ambienti in cui la VPN lavora regolarmente sono Windows, macOS, Linux ma anche piattaforme mobile come smartphone Android e iPhone.

Grazie alle numerose estensioni per browser (Chrome, Firefox ed Edge) è possibile ottenere una protezione della linea in maniera chirurgica, lavorando solo sulla navigazione web invece che sulla connessione generica.

E i prezzi? NordVPN è disponibile a costi piuttosto bassi, in virtù di alcune interessanti offerte dell’azienda stessa. Grazie al 52% di sconto, proposto sull’abbonamento biennale, è possibile assicurarsi i servigi di tale VPN per appena 3,40 euro al mese.

Ti potrebbe interessare