Guida gratuita al disegno in stile kawaii

Disegni "kawaii"? Ecco come scaricare una guida gratuita per imparare a disegnare le adorabili mascotte giapponesi.
Disegni "kawaii"? Ecco come scaricare una guida gratuita per imparare a disegnare le adorabili mascotte giapponesi.

Se sei appassionato della cultura giapponese, avrai sicuramente sentito parlare dello stile “kawaii”. Nel Paese del Sol Levante, infatti, è considerato sia un’estetica che un movimento culturale ed è possibile trovarlo praticamente ovunque – dal design (packaging, confezioni, cartellonistica) all’illustrazione (protagonisti dell’animazione, mascotte di marchi e franchise mediatici, e tanto altro). Si tratta, insomma, di uno stile unico: ma come imparare a disegnarlo? Ad insegnarcelo ci ha pensato Ilaria Ranauro, illustratrice che ha condiviso una utilissima guidagratuita fino al 25 aprile – su tutto quello che c’è da sapere che realizzare disegni adorabili e “kawaii”, dalle proporzioni del corpo alle espressioni facciali.

Stile kawaii: cos’è?

Prima di parlare della guida, facciamo un passo indietro. Cosa è lo stile kawaii e come nasce? La parola può essere tradotta genericamente in italiano come “carino”, ma in realtà deriva dalla frase giapponese “kao hayushi” riferita in genere ad un viso arrossato e/o luminoso. Tuttavia, inizialmente, il termine aveva una connotazione espressamente negativa dal momento che era correlata alla parola “kawaisō”, ovvero “dispiaciuto” oppure “pietoso”. A partire dagli anni ’70, però, qualcosa cambiò e nacquero una serie di movimenti che avevano come obiettivo quello di ribellarsi alla tradizione fino a quel momento imposta. Le sottoculture assunsero così toni sempre più colorati, brillanti e pastello, contornate da tantissimi accessori.

Questa particolare sottocultura definì nei decenni successivi lo stile “kawaii”, oggi riconosciuto a livello globale grazie soprattutto ai personaggi iconici che lo rappresentano, come il famoso Hello Kitty oppure il franchise di Pokémon. Questo genere di illustrazione si distingue principalmente per le proporzioni del corpo piuttosto esagerate ed infantili, ma soprattutto ridotte e “arrotondate”: occhi grandi, corpi piccini, guance corpose e spesso arrossate, dall’aspetto innocente e timido.

kawaii

La guida gratuita per imparare a disegnare personaggi kawaii

La guida messa a disposizione gratuitamente da Ilaria Ranauro è composta da sei file PDF, ognuno dei quali delinea una determinata area del disegno kawaii (proporzioni del corpo, braccia e gambe, capelli, abiti, animali e oggetti). Inizierai disegnando un quadrato e sperimenterai tutti i diversi modelli di divisione dello spazio, dopodiché disegnerai dei volti e ti eserciterai sulla realizzazione degli occhi. La parte più emozionante? La personalizzazione, che comincia fin dalla rappresentazione del corpo: sperimenterai acconciature e occhi sempre diversi, ispirandoti alle ricche bacheche di Pinterest.

Il download gratuito della guida è disponibile fino al 25 aprile. Dopodiché, per accedere al materiale, sarà necessario iscriversi al corso di Ilaria “Illustrazione kawaii: crea personaggi adorabili” in offerta a 10,90 euro, all’interno del quale imparerai anche a trasformare le tue opere in adesivi.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti