QR code per la pagina originale

Battlefield: Bad Company 2 – Appunti della compagnia

Un walktrough completo per porre fine alla guerra e sconfiggere Kirilenko!

,

Stazioni M-COM 0
Oggetti collezionabili 0

Subito dopo l’introduzione arriverete sulla spiaggia pronti per affrontare il primo nemico armati del solo coltello. Una volta avuta la meglio su di esso, raggiungete McKee alla fine del ponte, recuperate l’armamentario e proseguite dritti in direzione delle trincee. Dopo l’intermezzo animato dirigetevi verso lo spiazzo in modo da imbattervi in tre nuovi avversari: si tratta di uno schema di gioco che si ripeterà altre due volte sin quando non arriverete ai piedi della parete di roccia da cui cadrà amichevolmente una corda.

Non appena sarete in cima assieme al team, addentratevi nella foresta e percorretela arrivando alla distesa di erba verde, a tutti gli effetti un campo minato la cui vista darà luogo ad un nuovo filmato in cui vedremo gli aerei dei nostri far saltare in aria alcuni carri armati giapponesi. Toccherà immancabilmente a voi invece far fuori i superstiti della truppa che camminava al loro fianco in modo da imboccare il sentiero che vi condurrà dritti al luogo di reclusione dello scienziato da scortare.

Una volta recuperato lo scienziato, risalite le scale fino a trovarvi di fronte ad una base nemica. Localizzate il serbatoio rosso e lanciategli contro una granata. Questo diversivo vi permetterà di entrare più o meno indisturbati al suo interno pronti all’ennesima carneficina. Aiutatevi facendo esplodere barili e scatole (rossi) quando impossibilitati ad affrontare direttamente gli avversari. Ripulita l’area, salite sulla jeep e preparatevi al movimentato viaggio in cui dovrete eliminare i soliti soldati giapponesi (occhio in particolare a quello equipaggiati con un lanciarazzi dopo la prima curva sulla destra).

Arrivati a destinazione, è tempo di tornare ad utilizzare una bella granata per togliervi dai piedi l’uomo alla mitragliatrice sul versante destro della zona. Nel sinistro, invece, sbarazzatevi dei due soldati facendo fuoco con precisione in direzione di essi ed eliminate dietro le casse l’ultimo giapponese comparso: potrete così giungere illesi di fronte all’hangar dei sottomarini il cui ingresso andrà fatto saltare in aria con l’esplosivo fornitoci.

Dopo la trafila di ponti e cancelli sulle banchine, percorrete il viatico a tappe punteggiato da piccole formazioni di soldati nemici da uccidere impietosamente (basta agire “di fino”) e raggiungete il tanto agognato sottomarino entrando al suo interno “protetti” dal fuoco rovente dei proiettili dell’esercito amico.