Annullato il sequestro dei domini “Moncler”

Giacomo Dotta,

Così come testimoniato dal fax pubblicato da Stefano Quintarelli, il tribunale di Padova ha annullato il sequestro preventivo dei domini facenti riferimento al nome “Moncler”.

L’appello era stato portato avanti congiuntamente da Assoprovider ed AIIP nel tentativo di difendere da un lato il ruolo degli ISP e dall’altro il diritto a veder deciso da un regolare processo se un dominio debba essere o meno fermato. Il testo dell’appello proposto dall’avvocato Fulvio Sarzana era infatti chiaro: gran parte dei siti fermati (493 in tutto) non violavano alcuna norma né vendevano merce contraffatta. Il fermo, insomma, non aveva motivo d’essere.

In particolare la decisione verte sul “carattere abnorme del provvedimento del GIP”: la sospensione coatta e preventiva della totalità dei domini segnalati va ben oltre la necessità di fermare eventuali abusi, il che costringerà ora Moncler ad affinare meglio le proprie accuse per veder accolto il proprio diritto a chiedere la sospensione di siti macchiati di reato.

Seguiranno aggiornamenti.