C’è WebRTC nel futuro di Skype

Davide Falanga,

WebRTC, il nuovo sistema per la gestione di flussi audio/video all’interno di un browser sviluppato da Google e distribuito con licenza open source, potrebbe essere il futuro prossimo di Skype: un annuncio di lavoro pubblicato sul sito ufficiale di Microsoft mostra infatti come l’azienda di Redmond sia alla ricerca di una figura in grado di rendere il software VoIP più famoso al mondo compatibile con lo standard promosso da Mountain View. Presto, insomma, Skype potrebbe annoverare un’importante feature in grado di portare con sé una serie di interessanti novità.

In primo luogo, infatti, l’integrazione con WebRTC consentirebbe una più semplice gestione delle videochiamate attraverso Skype all’interno di un browser, consentendo ad esempio di avviare una sessione di comunicazione mediante un apposito pulsante in una pagina Web, senza la necessità di installare alcun plugin. In secondo luogo, poi, l’adesione a tale standard potrebbe rappresentare un primo passo verso la realizzazione di un sistema VoIP maggiormente aperto, con altri servizi che potrebbero essere in grado di interagire con Skype e sfruttarne le potenzialità.

Importanti novità, insomma, si prospettano all’orizzonte per il numero uno della comunicazione digitale online. L’acquisizione da parte Microsoft sembrerebbe quindi già pronta a mostrare i primi frutti, con chiari benefici sia per l’infrastruttura stessa del servizio che per gli utenti finali.