Facebook, il caso Timeline si chiuderà nel 2013

Davide Falanga,

Continuano i problemi per Facebook legati alla Timeline, funzionalità lanciata dal portale fondato da Mark Zuckerberg in tutto il mondo per rivoluzionare il modo di concepire il social network stesso. Dopo la denuncia giunta dal gruppo Timelines, detentore del copyright su tale termine, e la controdenuncia da parte di Facebook volta a risolvere la questione sulla base di una natura eccessivamente generica di tale marchio, sembrerebbe che la vicenda sia destinata a risolversi non prima del 2013.

La Corte Federale che si occupa del caso ha infatti delineato una roadmap per il processo che si articola in diversi punti disposti in un preciso ordine temporale che va dal prossimo mese di agosto a quello di gennaio del 2013. Prima che il termine Timeline possa essere utilizzato senza alcun timore da Facebook, oppure che quest’ultimo sia costretto a modificare il nome di battesimo di tale feature, insomma, dovranno trascorrere all’incirca 12 mesi.

Trattasi di tempistiche eccessivamente lunghe secondo le due parti in gioco, le quali secondo fonti vicine alla vicenda potrebbero trovare un accordo a metà strada tra le esigenze di entrambe per scrivere la parola fine sul caso. Il tutto necessita però di lunghe trattative tra le due società, le quali potrebbero necessitare di alcuni mesi.