Higgs scopre il Bosone e riscopre il Comic Sans

Giacomo Dotta,

Nel giorno in cui il Bosone di Higgs entra ufficialmente nella storia della scienza grazie alla dimostrazione del CERN, Twitter ha di che scherzare anche su di un momento tanto importante per la fisica a livello internazionale. La nota buffa, infatti, è stata nella presentazione, quando il testo dell’annuncio si è presentato alla stampa ed al pubblico in un font improbabile: il Comic Sans.

A distanza di ore “Comic Sans” è ancora un trend in rilievo sul social network a 140 caratteri e sono in molti a burlarsi della questione, del ruolo di Microsoft nella ricerca e dello scarso “tatto” dimostrato dal CERN durante l’evento.

Anche questa è la rete: di fronte ad un tema di difficile comprensione quale la scoperta annunciata in queste ore, anche solo una sfumatura riesce a cogliere l’immaginario collettivo ed a calamitare attorno a sé azioni ed interazioni. Creando un agglomerato di informazione che si fa massa attorno ad un nuovo argomento. Come il Bosone di Higgs, per certi versi.