iPad 3, la Proview si mette di traverso

Giacomo Dotta,

Se Apple vorrà distribuire l’iPad 3 in tutto il mondo dovrà passare sul cadavere della Proview Technology. Il gruppo cinese, infatti, sbandiera il diritto sul trademark “iPad” in Cina e per questo motivo sta tentando qualcosa di estremamente ambizioso: bloccare la vendita internazionale dell’iPad fermandone le esportazioni dal paese orientale.

Secondo Apple, la Proview avrebbe venduto anni or sono i diritti sul nome “iPad” al gruppo di Cupertino e per questo motivo non vi sarebbe nulla da discutere. Secondo la Proview Technology, invece, i diritti sarebbero sì stati venduti, ma non per il territorio cinese. Sul mercato all’interno della Grande Muraglia, insomma, Apple avrebbe una posizione debole che rischia di portare all’interruzione delle distribuzioni dell’iPad prima ancora che la terza versione possa giungere sul mercato esprimendo anche in oriente tutto il proprio valore.

Ma non solo: se la Proview ottenesse la sospensione dell’import, potrebbe ottenere anche la sospensione dell’export: così facendo Apple non potrebbe commercializzare del tutto gli iPad, poiché tutti provenienti dall’assemblaggio in Cina. Quest’ultima ipotesi appare però remota e non fondata: la stessa Proview Technology spiega che una azione di forza di questo tipo non potrebbe essere portata avanti e che quindi il gruppo si accontenterà di piccoli blocchi simbolici per far capire alla Apple da che parte stia la ragione.

La sensazione è che si possa giungere ad una soluzione extra-processuale che metta d’accordo le parti prima che l’iPad 3 veda la luce e sbarchi anche in Cina. Del resto la Proview Technology è un grande gruppo decaduto, oggi oltremodo desideroso di denaro contante; Apple può avere qualsiasi problema fuorché quello della liquidità. Una stretta di mano, insomma, è ben più probabile che non qualsivoglia scontro privo di reali vantaggi per entrambe le parti.

Fonte: Reuters • Via: PC World