JP Morgan: 5 milioni di Kindle Fire in tre mesi

Giacomo Dotta,

Secondo le stime JP Morgan, Amazon riuscirà a vendere qualcosa come 4,5/5 milioni di Kindle Fire durante il quarto trimestre dell’anno. Il che, per un tablet debuttante destinato a scontrarsi giocoforza con il dominio dell’iPad, rappresenta un traguardo di sicuro interesse.

Le stime ben si sposano con i dati provenienti ad oggi dai canali di prevendita: si ipotizza per il Fire un ritmo di prenotazioni pari a 50 mila unità al giorno, il che proietta già a quota 1,5 milioni di device le vendite prima ancora che il tablet Amazon sia immesso sul mercato. Il boom iniziale potrebbe essere un balzo incoraggiante, tale da configurare un effetto traino con cui incrementare ulteriormente le speranze per il periodo natalizio.

Secondo la JP Morgan nel 2012 Amazon potrebbe inoltre differenziare in modo sostanziale la propria offerta, portando agli utenti dispositivi da 7 e da 10 pollici, anche con connettività 3G, da accoppiare al primo prototipo ed ai reader già sul mercato. La forza attuale del device è infatti nel basso costo promesso, ma per il futuro tale espediente potrebbe non bastare: la qualità dell’offerta dovrà fare il paio con l’appetibilità del prezzo, pena una sconfitta sul campo contro un iPad 3 con cui Apple potrebbe alzare ulteriormente l’asticella della competizione.