RAI 4K: ecco come fare per vedere il nuovo canale al meglio

Ti spieghiamo come fare per poter ricevere il segnale e vedere al meglio le trasmissioni del nuovo canale Rai in Ultra HD 4K.
Ti spieghiamo come fare per poter ricevere il segnale e vedere al meglio le trasmissioni del nuovo canale Rai in Ultra HD 4K.

RAI 4K è il nuovo canale dell’emittente di Stato realizzato in collaborazione con Eutelsat per l’avvio delle trasmissioni in altissima definizione in Italia. È diffuso sulla piattaforma satellitare gratuita Tivùsat al canale 210 per tutti i televisori e decoder compatibili con DVB-S2 e con supporto ad HEVC e al 101 del digitale terrestre in chiaro per smart tv collegate a internet. Un canale dunque da godersi con le nuove televisioni UHD, a maggior ragione ora che trasmetterà i Mondiali di calcio in questo standard. Purtroppo, però, molti italiani stanno trovando delle difficoltà cercando di provare a sintonizzarvi il proprio televisore. Ecco allora i nostri consigli per risolvere ogni problema e gustarvi RAI 4K.

Perché non si vede RAI 4K?

Il nuovo canale della RAI non si vede per un semplice motivo: il suo segnale HbbTV. L’Hybrid Broadcast Broadband TV, questo il significato dell’acronimo, è infatti un tipo di trasmissione ibrida, che si basa sullo streaming per la ricezione del flusso audio-video piuttosto che sull’antenna tradizionale. Insomma, sfrutta lanche la Rete Internet.

Quindi non ha nulla a che vedere col segnale tipico del digitale terrestre o dello standard DVB-T2 di ultima generazione che ha richiesto in queste settimane l’acquisto ad esempio di un decoder come questo, disponibile su Amazon a soli 22€. Ma allora, cosa bisogna fare per poter vedere ad esempio i Mondiali del Qatar in UHD?

RAI 4K in digitale terrestre, ecco come vederlo

Per poter seguire questo nuovo canale avete due opzioni: la prima prevede l’uso di un un decoder satellitare di ultima generazione come questo, compatibile con i canali 4K Ultra HD di Tivùsat, oppure una CAM Tivùsat che si possa integrare nella tua Smart tv; la seconda un televisore predisposto o un decoder UHD. Nel primo caso dovete procurarvi anche una parabola dedicata che bisogna orientare correttamente verso le frequenze Eutelsat Hot Bird 13B o Eutelsat Hot Bird 13C. Dopo di che bisogna abilitare la Smart Card nel decoder UHD o nella CAM. Per farlo occorre annotare il codice di 12 cifre che si trova sul retro della card e chiamare un numero dedicato, oppure attivarla online sul sito indicato nelle istruzioni che trovi all’interno della confezione. A quel punto, dopo la ricerca canali Rai 4K si trova alla numerazione 210 LCN.

Con il decoder digitale

Se invece avete già un modem predisposto al segnale UHD o una televisione di ultima generazione anch’essa predisposta, collegatevi alla rete internet di casa tramite cavo ethernet, oppure tramite WiFi, poi sintonizzati sul canale 101 e in questo modo potrete sfruttare la TV in modalità ibrida e ricevere il segnale 4K e quindi RAI 4K. Quest’ultimo è accessibile anche tramite l’applicazione Rai TV+ selezionando il pulsante che vedete a schermo quando siete sintonizzati sugli altri canali della Rai. Vi ricordiamo che per fruire al meglio del servizio serve una connessione da almeno 15 Mbps. Se non avete ancora una televisione smart UHD, vi consigliamo questa ottima televisione 50” Samsung UHD della gamma Crystal UHD (AU7100).

 

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti