QR code per la pagina originale

iSmart Alarm: videosorveglianza economica

iSmartAlarm è un buon compromesso per chi cerca un sistema di videosorveglianza casalingo a basso costo e con la possibilità di controllo da remoto.

7,1
  • Recensione
Prezzo

€ 149

In offerta su Amazon

€ 0

Giudizi
  • Caratteristiche7
  • Design7
  • Prestazioni6,5
  • Qualità prezzo8
Pro

Ottimo rapporto qualità prezzo ed espandibilità con componenti aggiuntivi.

Contro

Un po’ lenta l’app su Android, manca la possibilità di ricevere sms di avviso.

Di , 6 marzo 2018

Economico, facile da installare e espandibile con moduli aggiuntivi: iSmartAlarm è il nuovo sistema di sorveglianza dedicato a tutti quegli utenti che necessitino di un modo per tenere sotto controllo la propria abitazione senza ricorrere a complesse installazioni, gestendo tutta la procedura di configurazione da soli in pochi passaggi.

Acquistando lo Starter Pack si ha a disposizione tutto il necessario per monitorare accessi indesiderati in casa. Nella scatola troviamo CubeOne, un cubo che è il cervello del sistema di allarme. Basta collegarlo con un cavo ethernet al modem router di casa e ad una presa di corrente per avviare il monitoraggio di casa. Oltre al CubeOne lo Starter Pack include 1 sensore di contatto, da installare su una porta o una finestra per rilevarne l’eventuale apertura, 1 sensore di movimento e 1 telecomando per attivare o disattivare l’allarme.

Come detto si possono acquistare moduli aggiuntivi, per poter avere sotto controllo tutta casa, comprese delle security camera. La proposta di iSmartAlarm per il controllo video si chiama Spot+ ed è una piccola IP Camera (rebrand di un modello Xiaomi) dalle dimensioni molto ristrette (5x5x5,6 cm) ma dal campo visivo piuttosto ampio di 180 gradi, audio bidirezionale e LED a infrarossi per la visione notturna. La security camera, oltre ad essere molto compatta, può essere collegata alla corrente oppure ad un PowerBank, consentendone in tal modo il funzionamento anche in luoghi dove non vi siano prese a muro. È inoltre dotata di un magnete sulla base, che ne permette la collocazione anche in punti difficili, senza necessità di effettuare fori nel muro, basta semplicemente avere una superficie in ferro (per esempio la cornice di una porta blindata) per consentirne l’attacco.

iSmart Alarm

iSmart Alarm

Installazione e utilizzo iSmartAlarm

L’installazione il vero punto forte di questo sistema, in pochi minuti si riesce a collegare il CubeOne e i sensori, senza bisogno di bucare pareti, infatti in confezione vi sono degli adesivi 3M che consentono di attaccarli ovunque in modo saldo. Il sistema di allarme e di notifiche è configurabile completamente da smartphone, sia esso Android o iOS. Nel nostro test abbiamo installato l’app iSmartAlarm su Android, abbiamo creato un account e grazie a una procedura guidata configurato completamente il sistema di allarme che ha rilevato facilmente i sensori e la camera Spot+.

L’app è ben fatta e offre una gestione molto semplice del sistema di allarme, dando accesso alle notifiche di ogni dispositivo collegato al CubeOne e consentendo il passaggio a varie modalità: Attiva, Disattiva, Casa (quando ci troviamo in casa e non vogliamo disattivare gli allarmi), Panico (una volta attivata fa scattare un suono costante di allarme in casa).

Pregi e difetti

Il costo, di appena 130€ per lo Starter Pack (in offerta su Amazon a 0 euro), è certamente uno dei pregi migliori di questo sistema. Difficilmente si trovano sistemi di allarme così completi ed economici. Altro pregio di questo prodotto è l’espandibilità con dei moduli aggiuntivi, tutti comunque venduti a prezzi decisamente a buon mercato. Discreta anche la precisione degli allarmi, anche se su Android non sempre si ricevono in tempo reale le notifiche, costringendoci a controllare ogni tanto la presenza di nuovi avvisi tramite app dedicata.

Tra i difetti di questo sistema possiamo annoverare proprio l’app su Android, non sempre infatti ha la reattività che ci si aspetterebbe. Delle volte, soprattutto in avvio stenta un pochino prima di aprirsi e va riavviata per accedere ai dispositivi monitorati. Le prestazioni dell’app poi sono migliori quando ci si trova su rete WiFi, decisamente peggiori quando si cerca di accedere al sistema di monitoraggio da rete cellulare. Ma l’aggiornamento sia della app, sia dei firmware dei dispositivi è frequente quindi siamo sicuri che ci saranno certamente dei miglioramenti lato software per questo sistema.

Altro difetto è l’impossibilità di poter avere anche degli avvisi tramite sms, una funzionalità che avrebbe garantito ad iSmartAlarm di potersela battere anche con sistemi più blasonati.

Conclusioni

iSmartAlarm è indubbiamente un’ottima scelta per chi cerca il giusto compromesso tra qualità e prezzo. Eccellente la semplicità d’installazione e uso, peccato ci sia qualche lag di troppo con l’app che qualche volta ha difficoltà a connettersi tramite rete cellulare.